Autore Topic: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)  (Letto 3539521 volte)

rikyf91

  • Gemma Teller
  • Post: 3842
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Bombshell

Ho recuperato ieri questi film su Prime Video, e devo dire che mi è piaciuto molto :zizi:

dio_brando87

  • Walter Bishop
  • Post: 5382
  • Sesso: Maschio
  • All hail the totodome champion
    • Mostra profilo
Terminator: Destino Oscuro

Spero solo che Cameron lasci morire, in santa pace, il buon Terminator; potrebbe concentrarsi sulle sue avventure subacquee e sui sequel di quella vaccata che era Avatar

Ah, il film è ignobile

krug

  • Visitatore
El Silencio Del Pantano
Film che vorrebbe ricordare le atmosfere di Toro, ma ci riesce molto più no che sì, con una sceneggiatura abbastanza improvvisata e un po' buttata lì soprattutto in una seconda parte che sembra "monca".
Punta sulla buona regia, la promozione sul piano turistico di questa zona , qualche ottima scena "gore", e soprattutto la presenza di Berlino nel cast.
Comunque non mi è dispiaciuto, ed è senz'altro meglio di qualunque prodotto simile in Italia (ma ci vuol poco).
Per i loro standard, però, siamo poco sopra la sufficienza.
Voto 6 +

scandalo

  • Abed Nadir
  • Post: 1521
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Lo sciacallo, bravo Gyllenhaal, ben girato e fotografato, forse un tantino lungo.

Last night, dramma su infedeltà matrimoniale, appena sufficiente.

Totò Peppino e i fuorilegge e Totò Peppino e la malafemmina:rofl:, ma che bella che era Dorian Gray  :love:

Repo men, bravo Jude Law ma film bruttino

The Prestige, forse il film di Nolan più riuscito, quello a cui non trovo appunti da fare.
« Ultima modifica: 27 April 2020, 13:21:50 da scandalo »

Aletranco

  • L'esaltato
  • Richard Castle
  • Post: 3221
  • Sesso: Maschio
  • The ride ain't over
    • Mostra profilo
Un borghese piccolo piccolo di Monicelli

Chi lo ha definito la pietra tombale della commedia all'italiana ha colto il punto della questione.

Quello che inizia come l'ennesimo esempio di commedia sulla scalata sociale di un borghese prende presto una piega inquietante, esoterica, oscura... e il midpoint del film (con quell'indimenticabile e straziante "è mio figlio!" urlato da Sordi) è l'inizio dell'incubo. Il punto di non ritorno dell'ironia, l'apocalisse della comicità oltre cui c'è solo morte e perdizione.
Assolutamente emblematica la scena in cui un prete sentenzia una condanna all'umanità: per 26 anni la commedia all'italiana (da quel capolavoro che fu Divorzio all'italiana di Germi) ha deriso e inquisito, ma forse anche assolto con una risata, gli italiani... Monicelli chiude invece il discorso di questo genere cinematografico, uno dei migliori e più importanti di tutta la storia del cinema, con una condanna a morte senza possibilità di appello.

Perfetta la scelta di Sordi nel ruolo del protagonista: la più grande maschera del cinema italiano, che ha in sé tutta la malignità della commedia all'italiana e di tutte le sue derivazioni più tragiche (La grande guerra, Detenuto in attesa di giudizio, Tutti a casa, Lo scopone scientifico ecc.), non poteva che portare alle estreme conseguenze il genere in questione.

Una pietra miliare, di quelle che oggi l'Italia non sa neanche immaginarne.
So, what have we learned? What's the lesson for today, for all the never-ending days and restless nights in Oz? That morality is transient? That virtue cannot exist without violence? That to be honest is to be flawed? That the giving and taking of love both debases and elevates us? That God or Allah or Yahweh has answers to questions we dare not even ask? The story is simple. A man lives in prison and dies. How he dies, that's easy. The who and the why is the complex part. The human part, the only part worth knowing. Peace.
(August Hill)

Serie seguite e terminate

Eleucalypthus

  • hipster di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 16233
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Un borghese piccolo piccolo di Monicelli

Chi lo ha definito la pietra tombale della commedia all'italiana ha colto il punto della questione.

Quello che inizia come l'ennesimo esempio di commedia sulla scalata sociale di un borghese prende presto una piega inquietante, esoterica, oscura... e il midpoint del film (con quell'indimenticabile e straziante "è mio figlio!" urlato da Sordi) è l'inizio dell'incubo. Il punto di non ritorno dell'ironia, l'apocalisse della comicità oltre cui c'è solo morte e perdizione.
Assolutamente emblematica la scena in cui un prete sentenzia una condanna all'umanità: per 26 anni la commedia all'italiana (da quel capolavoro che fu Divorzio all'italiana di Germi) ha deriso e inquisito, ma forse anche assolto con una risata, gli italiani... Monicelli chiude invece il discorso di questo genere cinematografico, uno dei migliori e più importanti di tutta la storia del cinema, con una condanna a morte senza possibilità di appello.

Perfetta la scelta di Sordi nel ruolo del protagonista: la più grande maschera del cinema italiano, che ha in sé tutta la malignità della commedia all'italiana e di tutte le sue derivazioni più tragiche (La grande guerra, Detenuto in attesa di giudizio, Tutti a casa, Lo scopone scientifico ecc.), non poteva che portare alle estreme conseguenze il genere in questione.

Una pietra miliare, di quelle che oggi l'Italia non sa neanche immaginarne.

Si racconta che sul set vi furono parecchi dissapori tra Monicelli e Sordi: il primo voleva imporre al secondo un taglio recitativo meno sornione e più votato a sottolineare la sgradevolezza piccoloborghese del personaggio, pare avesse in mente un film più strettamente "a tesi", e Sordi - che era una straordinaria maschera di "italiano medio" anche perché ERA un italiano medio - rispondeva serafico "ao', a me me sta simpatico"   :XD:

A posteriori, visto il risultato, Iddio lo benedica, perché senza quella piacioneria iniziale la parte finale non avrebbe mai avuto una tale potenza.
Consiglio, a chi non lo avesse visto, La più bella serata della mia vita di Scola, sempre con Sordi protagonista, tratto da un racconto di Durrenmatt. Non ha la stessa potenza tragica, che viene sublimata nel grottesco, ma condivide (in questo caso letteralmente  :asd: ) l'idea del "processo" ai vizi piccoloborghesi.
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione. - Carnivàle

"To any monarch, king, sultan, pope, despot, or emperor, you are no more than a means to an end, a means to acquire riches, a means to acquire power, but we are an end to our own selves and only our own selves. We that stand are abject dogs and bastards. We are killers and malefactors. We are thieves and scum, and we are brothers and sisters. So if they wish to make us their means, let them come and meet their end!"  Blackbeard - Crossbones

Acrobat

  • tomo tomo cacchio cacchio
  • Vanessa Ives
  • Post: 8714
  • Sesso: Maschio
  • Uhuhuhuhuh Roberto Raggio!
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: 142
  • Revisioni: 39
  • Traduzioni: 406
Per me Sordi resterà sempre il protagonista di Detenuto in attesa di giudizio. Nessun altro avrebbe potuto interpretare quel personaggio in quel modo.
Burn down the disco
Hang the blessed dj

Gian Carlo

  • Gemma Teller
  • Post: 3505
    • Mostra profilo
Per me Sordi resterà sempre il protagonista di Detenuto in attesa di giudizio. Nessun altro avrebbe potuto interpretare quel personaggio in quel modo.

Sordi è assolutamente perfetto in quel ruolo, uno dei pochi drammatici della sua carriera (assieme a quello del "borghese piccolo piccolo" e all'indimenticabile Oreste Jacovacci de "La grande guerra") ma non credo che fosse l'unico a poterlo interpretare: ad esempio Gian Maria Volontè avrebbe potuto fare un ottimo lavoro...

rikyf91

  • Gemma Teller
  • Post: 3842
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
L'altra sera ho visto Tyler Rake: Extraction per staccare la testa per un pò e non pensare ad altro ci sta molto :metal:

Acrobat

  • tomo tomo cacchio cacchio
  • Vanessa Ives
  • Post: 8714
  • Sesso: Maschio
  • Uhuhuhuhuh Roberto Raggio!
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: 142
  • Revisioni: 39
  • Traduzioni: 406
Sordi è assolutamente perfetto in quel ruolo, uno dei pochi drammatici della sua carriera (assieme a quello del "borghese piccolo piccolo" e all'indimenticabile Oreste Jacovacci de "La grande guerra") ma non credo che fosse l'unico a poterlo interpretare: ad esempio Gian Maria Volontè avrebbe potuto fare un ottimo lavoro...
Volontè (a mio avviso il miglior attore italiano insieme a Mastroianni) per me non era adatto al ruolo. Proprio in quanto massimo rappresentante dell’italiano medio, Sordi e solo Sordi aveva quel tipo di sensibilità.
Burn down the disco
Hang the blessed dj

dio_brando87

  • Walter Bishop
  • Post: 5382
  • Sesso: Maschio
  • All hail the totodome champion
    • Mostra profilo
Radius

Visto su prime video...

Bah, il film non è ignobile, strappa giusto una rosicata sufficienza, imho

Il problema, secondo me, è l'inutilità del plot twist a 10 minuti dalla fine, dato che averlo o meno, non avrebbe cambiato nulla rispetto al finale che hanno deciso di dare

Poteva essere, sicuramente, molto più figo

stragio

  • Sarah Manning
  • Post: 293
  • Sesso: Maschio
  • F C
    • Mostra profilo
Per me Sordi resterà sempre il protagonista di Detenuto in attesa di giudizio. Nessun altro avrebbe potuto interpretare quel personaggio in quel modo.

E Lino Banfi direttore del carcere? Spero che Tarantino , quando lo chiamò Maestro al Festival di Venezia ,avesse in mente questo ruolo :huhu: No davvero tornando a  Monicelli quanto manca al cinema Italiano,la sua autorevolezza e il suo magnifico cinismo. Forse da F Fazio in una delle sue ultime interviste quando FF gli chiese del mestiere dell'Attore e se avesse mai voluto recitare lui rispose " Lo sa che gli attori fino a pochi decenni fa venivano seppelliti all'esterno dei Cimiteri?" :asd:

krug

  • Visitatore
Arkansas
Sono di parte, e quindi nonostante i pezzi in voce narrante un po' fastidiosi, la presenza di Vince Vaughn che come sappiamo non è proprio un mostro di recitazione, e alcuni momenti di sceneggiatura un po' così, non riesco proprio a non farmelo piacere.
L'ambientazione di quel tipo lì, con me vince quasi sempre.
In questo caso, con quasi nessun altro  :huhu:.
Voto 6/7 (altamente soggettivo).

scandalo

  • Abed Nadir
  • Post: 1521
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Blue Valentine
Che bellezza. Film relativamente semplice, la contrapposizione nel rapporto di coppia, tra la fase d'innamoramento e il doloroso spegnersi dell'amore.
Per me girato splendidamente, soprattutto nelle scene dei flashback.
In più Gosling e Michelle Williams davvero in stato di grazia, fantastici.


Il traditore
Ho letto diverse critiche ma a me non è dispiaciuto affatto.
Chi si aspettava il gangster movie sarà deluso, il film è altro, non approfondisce neanche le vicende.
Punta tutto sui dialoghi e sulla recitazione. Con una regia semplice ma riuscita che regala qualche scena davvero bella.
« Ultima modifica: 5 May 2020, 00:41:10 da scandalo »

dio_brando87

  • Walter Bishop
  • Post: 5382
  • Sesso: Maschio
  • All hail the totodome champion
    • Mostra profilo
Star Wars - Episodio 9

Visto, per la prima volta, ieri sera

Non riesco seriamente a trovargli aspetti positivi oltre agli effetti speciali (diciamo il 90% degli effetti) e la colonna sonora

E' stato girato senza "amore" ma solo per concludere sta trilogia ed incassare il più possibile

Ci sono un infinità di cose che non vanno, tra cui il montaggio di alcune scene, in cui vediamo un pg parlare e la scena dopo lo vediamo seduto, senza un filo logico

Ray a me continua a non piacere, la ritengo una cagna a recitare

Poi, vabbè, il finale è una porcheria senza uguali, potevano sforzarsi un minimo

La maggior parte degli attori sono utili come un culo sul gomito

E' stata una roba ignobile, fossi in j.j. & C. mi vergognerei... hanno rovinato oltre 40 anni di saga

Maledetti  :?$%&: