Autore Topic: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)  (Letto 3391870 volte)

scandalo

  • Peggy Olson
  • Post: 1335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41220 il: 25 January 2020, 03:16:48 »
Mr Nobody
 :pukingrainbows:
Ho difficoltà a descriverlo senza entrare nel dettaglio, ma mi è piaciuto veramente tanto. Un film che parla di scelte. Offre diverse interpretazioni, spunti interessanti e tante domande.
Ost molto bella.

Può Darcy

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 14810
  • Sesso: Femmina
  • Vado soggetta ad amnistie cerebrali.
    • Mostra profilo
    • 😻🐷🦄🐌🐠🐍🐬🐮
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41221 il: 25 January 2020, 17:03:01 »
Mi ha fatto tre post ugali non so perché :asd:

Tre post uguali con cui non sono nemmeno d'accordo  :XD:


Vabbè ho visto anche io Richard Jewell


Premetto che non capisco come mai mi ostino ancora a vedere le nuove uscite di Eastwood che da Gran Torino in poi non ne ha azzeccate molte ma vabbè. Sì la storia è d'impatto ma il film è proprio poca roba. Orrendamente tratteggiato il personaggio della Wilde, a metà via tra barbara d'urso e crudelia de mon, ma pure Jon hamm poraccio ma che parte è dai. Sam Rockwell è sempre bravo per carità ma non basta.
I promise if you keep searching for everything beautiful in this world, you will eventually become it.



T’insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece. ~ She did not know yet that splendor is something in the heart.
[faut faire comme les éléphants, quand ils sont malheureux, ils partent][born to be mild]


Le serie tv che ho finito, che seguo, che vorrei guardare

krug

  • SJW, SJW, SJW. Did I mention SJW already?
  • Gregory House
  • Post: 7252
  • Sesso: Maschio
  • And my laughter the devil would frighten
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41222 il: 25 January 2020, 17:57:17 »
Quien A Hierro Mata aka Eye For An Eye
Paco Plaza + Luis Tosar  :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal:.
Più drama che thriller per lunghi tratti, con un crescendo fantastico e un finale strepitoso, di quelli che mi fanno godere come in occidente solo gli Spagnoli sanno fare.
In particolare
(clicca per mostrare/nascondere)
Si poteva tagliare forse qualche lungaggine drama di troppo, ma essendoci di mezzo Netflix temo non ci si potesse aspettare molto di più.
Finalmente comunque un film degno di tal nome dopo mesi di astinenza  :metal: :metal: :metal: :metal: :metal: :metal:.
Voto 8
« Ultima modifica: 25 January 2020, 17:59:16 da krug »
People think that PR means Public Relations, I have a different definition; It's Perception of Reality.                 
We are living in an era of woke capitalism in which companies pretend to care about social justice to sell products to people who pretend to hate capitalism. Clay Routledge
"The View" is the endgame of women's suffrage

Gajira

  • Abed Nadir
  • Post: 1941
  • Sesso: Femmina
  • I wish i was an alien at home behind the sun.
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41223 il: 26 January 2020, 10:45:34 »
ROCKETMAN 

Mi è piaciuto molto! Lungo, per questo genere di film, ma l'attenzione non è mai calata. Bella la fotografia e i costumi! Le musiche.. Bhe grazia graziella...  :love:

krug

  • SJW, SJW, SJW. Did I mention SJW already?
  • Gregory House
  • Post: 7252
  • Sesso: Maschio
  • And my laughter the devil would frighten
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41224 il: 26 January 2020, 22:32:46 »
Dopo il titolo Spagnolo commentato ieri, mi sono dato ad un binge watch dei quattro film Danesi finora realizzati dai romanzi della serie Q di Jussi Adler Olsen.
E devo dire che non mi sono annoiato affatto, diversi spunti interessanti si trovano un po' in tutti.
La mia classifica è.....
(clicca per mostrare/nascondere)
People think that PR means Public Relations, I have a different definition; It's Perception of Reality.                 
We are living in an era of woke capitalism in which companies pretend to care about social justice to sell products to people who pretend to hate capitalism. Clay Routledge
"The View" is the endgame of women's suffrage

curtkobain

  • Max Black
  • Post: 2923
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41225 il: 26 January 2020, 23:16:34 »
Dopo il titolo Spagnolo commentato ieri, mi sono dato ad un binge watch dei quattro film Danesi finora realizzati dai romanzi della serie Q di Jussi Adler Olsen.
E devo dire che non mi sono annoiato affatto, diversi spunti interessanti si trovano un po' in tutti.
La mia classifica è.....
(clicca per mostrare/nascondere)

Visto solo The keeper of lost causes, piaciuto!  Discreto thriller.
Deve essere proprio una serie sottovalutata questa...

Può Darcy

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 14810
  • Sesso: Femmina
  • Vado soggetta ad amnistie cerebrali.
    • Mostra profilo
    • 😻🐷🦄🐌🐠🐍🐬🐮
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41226 il: 28 January 2020, 11:09:48 »
Ieri ho guardato Figli, principalmente perché è l'ultima cosa di Mattia Torre. Il film è divertente e ha dei momenti di ironia veramente azzeccati, ma dopo un po' gira a vuoto e non si capisce bene dove voglia andare a parare, però insomma si guarda volentieri.
I promise if you keep searching for everything beautiful in this world, you will eventually become it.



T’insegneranno a non splendere. E tu splendi, invece. ~ She did not know yet that splendor is something in the heart.
[faut faire comme les éléphants, quand ils sont malheureux, ils partent][born to be mild]


Le serie tv che ho finito, che seguo, che vorrei guardare

scandalo

  • Peggy Olson
  • Post: 1335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41227 il: 28 January 2020, 13:05:29 »
Equilibrium, un buon incipit per una storia interessante, qualche bella coreografia di combattimento. L'interesse sale e scende per la durata del film. Non male ma si poteva far meglio.

Roan forever alone

  • Molly Hooper
  • Post: 458
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41228 il: 28 January 2020, 13:42:16 »
Un western con il fratello di thor, avrei dovuto capirlo dal protagonista che razza di pacco mi stavo sparando
<---Capire come interagire con Cricettona

kicco14

  • Jonah Ryan
  • Post: 337
  • The universe is indifferent.
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41229 il: 29 January 2020, 11:50:18 »
L'uomo che non c'era dei Coen (2001)

Concept banale
perchè questo Film ha realmente la trama piu stupida del Mondo

 :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka: :aka:
No comment.


Wonderstruck: mah, pensavo meglio. Carina l'alternaza delle linee temporali, carina l'idea, ma non lo consiglierei.

Motherless Brooklyn: perché, dico io, perché Edward? Torna a fare l'attore a tempo pieno, ti prego.

Terminator: Dark Fate: NO. Non sono un fan della saga, che comunque ha avuto i suoi momenti di gloria, secondo me non giustificati. Questo film è veramente bruttom. Si salva soltanto la presenza di Mackenzie Davis. Linda Hamilton, invece, spicca sul resto del pessimo cast come "cagna maledetta" e dà la paga a tutti gli altri. In assoluto la peggiore. Storia un po' confusa e un po' riciclata, niente da salvare.

1917: non saprei cosa dire di un film del genere. Regia impressionante, ti catapulta dentro al film totalmente. Poi va bè, cosa si può dire di Deakins? Boh, film stupendo. Voto 9.

Post unito: 29 January 2020, 11:50:19
Driven: film che mi è piaciuto molto più di quanto mi aspettassi. Storia che non conoscevo, buon cast (va bè, dove c'è Lee Pace ci sono io), ottimi dialoghi e montaggio. Mancano forse quelle scene da  :sparta: che avrebbero reso il film molto più memorabile, però si è visto decisamente di peggio. Voto 7,5.
You can't take a picture of this, it's already gone.

"Don't put it in your pocket. It's your lucky quarter."
"Where do you want me to put it?"
"Anywhere not in your pocket. Or it'll get mixed in with the others and become just a coin. Which it is."

lion885

  • Walter Bishop
  • Post: 5048
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
    • mcgraphicstyle
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41230 il: 29 January 2020, 13:07:31 »
Ieri al cinema 1917, piaciuto tanto diretto e recitato magistralmente e che ti trasporta dritto all'interno della storia.
(clicca per mostrare/nascondere)
TheShadowOfGiastisss | Lista aggiornata delle serie seguite, terminate, abbandonate ecc.. | TvTimeProfile:lion885

We'll ride until we fall well sleep in the fields, we'll sleep by the rivers and in the morning we'll make a plan. Well, if you can't make it, stay hard, stay hungry, stay alive if you can and meet me in a dream of this hard land. {Bruce Springsteen | This Hard Land}.

krug

  • SJW, SJW, SJW. Did I mention SJW already?
  • Gregory House
  • Post: 7252
  • Sesso: Maschio
  • And my laughter the devil would frighten
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41231 il: 29 January 2020, 13:33:27 »
Mientras Dure La Guerra (l'ultimo film di Amenabar)
Ieri sera mi sono sparato l'ultimo film di Amenabar, che partiva con delle premesse e del materiale narrativo decisamente interessanti, trattando una figura piuttosto controversa dell'epoca della guerra civile Spagnola ( praticamente un Dave Rubin / Krug ante litteram ).
Il problema è che l'intero focus del film gira cronologicamente attorno allo scoppio del conflitto, dando modo al regista di sostituire quasi completamente il proprio punto di vista eccessivamente sinistroide a quello del personaggio in questione, che viene fuori in modo abbastanza chiaro soltanto in un paio di dialoghi significativi.
Per riuscire a rendere più chiare le motivazioni e il punto di vista del personaggio, si sarebbe dovuto probabilmente risalire all'inizio della repubblica cinque anni prima, e agli eventi che avevano causato un'evoluzione politica così enorme, e sarebbe venuto fuori un film decisamente meno "playing it safe", e molto poco politicamente corretto  :metal: :metal: :metal: :metal:.
Così invece Amenabar tutto sommato vince facile, anche se la vicenda è talmente interessante di per sè, da rendere il tutto comunque estremamente intrigante.
Peccato anche per qualche melensaggine familiar / intimista di troppo.
In ogni caso, da vedere senza dubbio.
Voto 8
« Ultima modifica: 29 January 2020, 13:35:40 da krug »
People think that PR means Public Relations, I have a different definition; It's Perception of Reality.                 
We are living in an era of woke capitalism in which companies pretend to care about social justice to sell products to people who pretend to hate capitalism. Clay Routledge
"The View" is the endgame of women's suffrage

Eleucalypthus

  • hipster negro di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 16188
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41232 il: 29 January 2020, 18:15:11 »
Mientras Dure La Guerra (l'ultimo film di Amenabar)
Ieri sera mi sono sparato l'ultimo film di Amenabar, che partiva con delle premesse e del materiale narrativo decisamente interessanti, trattando una figura piuttosto controversa dell'epoca della guerra civile Spagnola ( praticamente un Dave Rubin / Krug ante litteram ).
Il problema è che l'intero focus del film gira cronologicamente attorno allo scoppio del conflitto, dando modo al regista di sostituire quasi completamente il proprio punto di vista eccessivamente sinistroide a quello del personaggio in questione, che viene fuori in modo abbastanza chiaro soltanto in un paio di dialoghi significativi.
Per riuscire a rendere più chiare le motivazioni e il punto di vista del personaggio, si sarebbe dovuto probabilmente risalire all'inizio della repubblica cinque anni prima, e agli eventi che avevano causato un'evoluzione politica così enorme, e sarebbe venuto fuori un film decisamente meno "playing it safe", e molto poco politicamente corretto  :metal: :metal: :metal: :metal:.
Così invece Amenabar tutto sommato vince facile, anche se la vicenda è talmente interessante di per sè, da rendere il tutto comunque estremamente intrigante.
Peccato anche per qualche melensaggine familiar / intimista di troppo.
In ogni caso, da vedere senza dubbio.
Voto 8

Non conoscevo il personaggio, che appare (con le dovute differenze) una specie di Bombacci spagnolo.
Da quello che leggo il film è piaciuto tendenzialmente poco, non tanto per suoi demeriti tecnici, ma perché gli viene rimproverata una generale accademicità e mancanza di passione e tensione drammatica... ovvero (sospetto) il non essere abbastanza sentitamente ed emotivamente lanciato contro i fascismi di oggi e di ieri, visto che ultimamente si tende ad appiattire la portata anche intellettuale di certi frangenti storici sui singoli posizionamenti rispetto a una barricata (e relativa mistica eroica e militante) e non si comprende che ci sono epoche la cui cifra drammatica è anzitutto storica e collettiva.
Poi magari è davvero freddo e accademico, lo saprò solo dopo averlo visto... ma lo vedrò, perché figure del genere, oltre ad affascinarmi enormemente, restituiscono il senso di tempi in cui la storia muoveva i popoli e le nazioni, laddove ormai sembra che le rivoluzioni nascano coi gruppi Facebook.
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione. - Carnivàle

"To any monarch, king, sultan, pope, despot, or emperor, you are no more than a means to an end, a means to acquire riches, a means to acquire power, but we are an end to our own selves and only our own selves. We that stand are abject dogs and bastards. We are killers and malefactors. We are thieves and scum, and we are brothers and sisters. So if they wish to make us their means, let them come and meet their end!"  Blackbeard - Crossbones

scandalo

  • Peggy Olson
  • Post: 1335
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41233 il: 30 January 2020, 12:56:53 »
Hardcore Henry  :metal:
Action interamente girato in pov, una bella tamarrata come piace a me.
Adrenalinico, violento e divertente. Ho apprezzato molto il sonoro.

riddick

  • Gemma Teller
  • Post: 3991
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41234 il: 31 January 2020, 10:59:54 »
La casa dalle finestre che ridono, che avevo in lista da anni. Non è un horror con tantissimo sangue -anche per le ristrettezze economiche con cui è stato prodotto :asd:- forse non è neppure un thriller, pare quasi un genere a sé. È uno dei quei film che colpiscono mediamente alla prima visione ma tornano a frammenti nella memoria -e ahimè nelle ore notturne :interello:- nei giorni successivi. Ancestrale nell'ambientazione e nelle suggestioni. La parte della
(clicca per mostrare/nascondere)
sembra superflua ma, assieme alla musica perennemente fuori contesto supporta l'atmosfera straniante e comunque è un aspetto ricorrente per questo tipo di film col protagonista
(clicca per mostrare/nascondere)
. Bella la fotografia e bello l'uso dei campi lunghi che sottolineano l'inospitalità del luogo e la distanza dell'ambiente e dei suoi abitanti dall'estraneo investigante.