Autore Topic: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)  (Letto 3423966 volte)

firmato_bad

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 12284
  • Sesso: Maschio
  • Mastrorompicojoni , chi mi warna è uno stronzo :D
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41055 il: 26 November 2019, 14:42:31 »
Love su netflix e Seul contre tous sul tubo, se non sbaglio

Il primo gne gne , il secondo ...auguri ?  :distratto:

Mi consigli di recuperare anche Love e Solo contro tutti o il meglio l'ho già visto? Oppure qualche corto?

Love su netflix e Seul contre tous sul tubo, se non sbaglio

Il primo gne gne , il secondo ...auguri ?  :distratto:

Se avessi guardato un cinepanettone nel cinepanettone mi sarei buttata nel po che c'è anche la piena e facevo più alla svelta

Ti saresti liquefatta sulla poltrona.

Capisco la frustrazione che sale legata alla maleducazione degli altri, fosse per me mi menerei con tutti , ma si vocifera che sia vietato.
« Ultima modifica: 26 November 2019, 14:50:32 da firmato_bad »
Ontanìa mentali !!(Mistica Liana)
* firmato_badoglio è un adoratore dei thread inutili e delle tette grandi (cit)


Sephiroth

  • The Original Puteo
  • Vanessa Ives
  • Post: 8867
  • Sesso: Maschio
  • I did it for me
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: E' passato troppo tempo
  • Revisioni: E' passato troppo tempo
  • Traduzioni: E' passato troppo tempo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41056 il: 26 November 2019, 15:59:19 »
A me Parasite non ha detto molto, e la parte finale l'ho trovata stonata.
Molto meglio un film giapponese con tema in qualche modo simile: Shoplifters (Manbiki kazoku)
Anche Shoplifters e' un ottimo film. Pero' se vogliamo mettere a confronto i due, a mio avviso Parasite e' superiore sia tecnicamente che sul piano della scrittura,
(clicca per mostrare/nascondere)
Ambarabbaciccicocco'

kicco14

  • Jonah Ryan
  • Post: 337
  • The universe is indifferent.
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41057 il: 26 November 2019, 16:23:49 »
Kunsten å tenke negativt (The art of negative thinking): black comedy norvegese da cui mi aspettavo decisamente di più. L'umorismo puramente scandinavo è molto presente, ma il film non è così di impatto come pensavo potesse essere. Rimane un buon film senza dubbio, ma da quelle parti hanno fatto decisamente di meglio. Voto 7.

After the wedding: beh, il film è ottimo, decisamente NON come l'originale di Susanne Bier, ma rimane comunque di alto livello. Michelle Williams davvero bravissima, Julianne Moore una garanzia, Billy Crudup sottotono. Qualcosa rispetto all'originale è stato modificato, soprattutto il protagonista della vicenda. Risulta forse un tantino meno credibile ma ci si passa sopra, visto il carico emotivo del film. Anche il finale, pur essendo "uguale" è allo stesso tempo "diverso" e sicuramente con meno spessore. Voto 7,5.

Ieri sono andata a vedere L'ufficiale e la spia

Il film è molto bello ma è stato totalmente rovinato dai VECCHI DEMMERDA che hanno riempito la sala, io ero la più giovane. Ho perso il conto dei cellulari squillati e lasciati squillare e non spenti dopo perché voglio dire in fondo siamo al cinema chi non vuole sentire per intero la suoneria del nokia con lo sportellino? All'inizio si è anche sfiorata la rissa perché nessuno si siede mai al posto assegnato, il che ok può anche andare se il cinema è mezzo vuoto ma se il cinema è pieno non puoi sederti dove ti tira il culo e poi non spostarti quando ti fanno notare che quello è il posto di un altro. Ovviamente per il vecchio demmerda medio guardare un film al cinema è come guardarlo a casa quindi commenti e anticipazioni (mai una volta che ci prendano, fra l'altro) e conseguenti reazioni "SHHH STIA ZITTO" etc etc.

Bonus track la mia vicina: a un certo punto si vede un uomo ammalato, pieno di pustole e tutto tremante. Così a voce alta ha iniziato a cercare di capire di cosa fosse ammalato "Forse parkinson perché trema, ma quelle macchie... parkinson e varicella? Ma alla sua età?". Sono intervenuta per farla tacere e mi sono molto vergognata ma altrimenti l'alternativa era darmi fuoco "SIFILIDE, SIGNORA QUELL'UOMO HA LA SIFILIDE".

Secondo me @sotto_titolo e @kicco14 si sarebbero fatti brillare dopo 5 minuti.



Io l'ho scoperto ieri che lo davano in un "cinema" (con tante tante tante ma tante virgolette) in centro città che non è nemmeno reindirizzato da google, per cui se cercavi "parasite mantova" non te lo dava tra i risultati (la sala più vicina era a... verona  :interello: ), cioè per l'amor del cielo cinema di nicchia qualità e quello che ve pare ma buongiorno siamo nel 2019 se non lo pubblicizzate e se siete fuori da qualsiasi circuito la gente come fa a sapere che esistete?  :interello:

No va  bè... certe cose vanno al di là di ogni possibile tentativo di comprensione. C'è troppa maleducazione, poi alla fine quando non ne puoi più e ti comporti da killer sembra quasi che il tuo comportamento non sia giustificato.
Io al cinema vado molto spesso (meno rispetto a prima, da quando ho abbandonato il doppiaggio) però a questo punto devo ritenermi piuttosto fortunato. C'è da dire che nelle proiezioni in lingua originale il rischio forse si abbassa, in quanto è quasi automatico che le persone in sala siano veramente interessate al film in questione.

Nelle mie due visioni di The Irishman, però mi è andata male entrambe le volte. La prima volta, in un cinema ridicolo (e già ero nervoso per questo), avevo di fianco una coppia che continuava a parlare e la ragazzina usava tranquillamente il telefono. Ho resistito fino all'entrata in scena di Al Pacino, quindi diciamo un'ora e mezza, e poi ho detto loro che sarebbe meglio fossero rimasti a casa visto il poco interesse. Non hanno risposto ma hanno smesso.
La seconda volta, in Sala Energia all'Arcadia, mi sono trovato un'altra coppia con i due fenomeni che parlavano tra loro, due file dietro la mia. Che voglio dire... chi conosce quella sala sa bene che due file dietro vuol dire mooolto spazio di distanza. Bisbigliavano, eppure sentivo lo stesso questo fruscio fastidioso. Durante la visione mi sono girato parecchie volte ma non ha funzionato, e a fine proiezione sono andato a fare i complimenti per l'educazione.

In passato mi capitava più spesso, e un paio di litigate me le ricordo, in particolare durante The Chronicles of Riddick eravamo arrivati alle mani e hanno sbattuto fuori sia noi che gli idioti di turno che facevano casino, giustamente direi. Diciamo che per gli altri in sala è stato un bene, intanto io mi sono perso il film.
« Ultima modifica: 27 November 2019, 08:21:27 da kicco14 »
You can't take a picture of this, it's already gone.

"Don't put it in your pocket. It's your lucky quarter."
"Where do you want me to put it?"
"Anywhere not in your pocket. Or it'll get mixed in with the others and become just a coin. Which it is."

TheMustang100

  • Vanessa Ives
  • Post: 8650
  • Sesso: Maschio
  • The Initiator
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41058 il: 26 November 2019, 18:03:39 »
A non sopportazione della maleducazione al cinema penso di essere al n.1 per distacco. :asd:

Ieri ero a vedere in notturna Joker (FILMONE :love:), eravamo in 4-5 in tutta la sala :asd:, mi dava fastidio il chiacchiericcio delle 2 davanti durante i trailer prima del film :XD:, e poi il fatto che durante la visione 2 volte si intravedesse lo schermo luminoso degli smarthone... in pratica mi infastidiva il fatto che non fossero assorte LORO nel film.. :XD:
"GABABOOL, ovah heeere!" (The Sopranos)
"You wanna know why you can't go in front-first?
I'll tell you why. Because it signals a breakdown
in the social order. Chaos! It reduces us to jungle law" (Seinfeld)
"The reason you haven’t felt it is because it doesn’t exist. What you call love was invented by guys like me, to sell nylons. You’re born alone and you die alone and this world just drops a bunch of rules on top of you to make you forget those facts. But I never forget. I’m living like there’s no tomorrow, because there isn’t one" (Mad Men)
"This seems like a good time for a drink, and a cold calculated speech with sinister overtones. A speech about politics, about order, brotherhood, power. But speeches are for campaigning. Now is the time for action" (Rick and Morty)

Sephiroth

  • The Original Puteo
  • Vanessa Ives
  • Post: 8867
  • Sesso: Maschio
  • I did it for me
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: E' passato troppo tempo
  • Revisioni: E' passato troppo tempo
  • Traduzioni: E' passato troppo tempo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41059 il: 26 November 2019, 18:14:45 »
AMO leggere queste tragedie da sala  :XD:

Quando siamo andati a vedere Doctor Sleep arriviamo e c'erano due seduti ai nostri posti (ovviamente i migliori della sala che era minuscola), quindi bon si spostano senza problemi (e si siedono in prima fila nell'angolo). Di fianco a me c'erano due posti liberi e sono rimasti liberi dopo l'inizio del film, quindi questi due geni si spostano adopo 15/20 minuti di film e si siedono vicino a me, il che va bene...
PERO' DEVI STARE ZITTO.
Invece ovviamente iniziano a parlare.
Al che mi incazzo e inizio a fissarli con odio finche' non se ne accorgono, mi guardano indignati, pero' la smettono  :metal: :XD:

Ancora meglio quando siamo andati a vedere Rambo Last Blood (non giudicate  :XD:), e c'era una coppia seduti ai nostri posti. Chiedo gentilmente di spostarsi e la tizia si indigna e inizia ad insultarci: sono solo dei posti a sedere, andate a cagare, fanculo. Io cosi'  :O.O: :look: e mi congratulo con la signorina per la raffinatezza. Il fidanzato stava un po' sprofondando e si e' scusato almeno  :doh:

Poi non iniziamo neanche a parlare di chi mangia popcorn con la bocca aperta che pare si buttino in bocca sassi, e quando le prendono dal sacchetto sembra che stiano stroppicciando un giornale...

/OT  :suicidiosenzafronzoli:
Ambarabbaciccicocco'

Veronico Moser

  • Sarah Manning
  • Post: 257
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41060 il: 26 November 2019, 19:09:32 »
Ho rivisto dopo diversi anni il Dracula di Coppola: splendido! Non lo ricordavo una tale, straripante meraviglia visiva et fotografica. Una messa in scena geniale e ricercatissima. Davvero una macchina cinematografica delle meraviglie ed una festa per gli occhi. Oldman poi è davvero titanico.

firmato_bad

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 12284
  • Sesso: Maschio
  • Mastrorompicojoni , chi mi warna è uno stronzo :D
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41061 il: 26 November 2019, 19:14:01 »

Poi non iniziamo neanche a parlare di chi mangia popcorn con la bocca aperta che pare si buttino in bocca sassi, e quando le prendono dal sacchetto sembra che stiano stroppicciando un giornale...

/OT  :suicidiosenzafronzoli:

Riocordo ancora quando andai a vedere il signore degli anelli con decine di persone che mangiavano i bruscolini.. alla fine cedetti ..mortacci vostra li mangio pure io.. :XD:
Ontanìa mentali !!(Mistica Liana)
* firmato_badoglio è un adoratore dei thread inutili e delle tette grandi (cit)


Eleucalypthus

  • hipster negro di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 16190
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41062 il: 26 November 2019, 19:29:05 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione. - Carnivàle

"To any monarch, king, sultan, pope, despot, or emperor, you are no more than a means to an end, a means to acquire riches, a means to acquire power, but we are an end to our own selves and only our own selves. We that stand are abject dogs and bastards. We are killers and malefactors. We are thieves and scum, and we are brothers and sisters. So if they wish to make us their means, let them come and meet their end!"  Blackbeard - Crossbones

blempt

  • Peggy Olson
  • Post: 1168
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41063 il: 27 November 2019, 00:03:28 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:

perché non ti viene in mente che la gente va al cinema per seguire il film e non una conferenza di Eleucalypthus

kicco14

  • Jonah Ryan
  • Post: 337
  • The universe is indifferent.
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41064 il: 27 November 2019, 08:34:54 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:

Beh ma devi considerare anche che normalmente chi guarda un film lo fa in silenzio, e gli altri che hanno pagato il biglietto come te devono aver la possibilità di guardare il film in questo modo. Che tu parli di cinema o meno c'entra poco con il disturbo che puoi arrecare agli altri in sala, e il fatto che tu commenti "con cognizione di causa" non rende questo tuo modo di fare accettabile. Se fossimo in sala insieme litigheremmo ogni volta quindi  :lol?:

Per dire... io quando guardo un film mi concentro sempre sui principali aspetti "tecnici" (regia, sceneggiatura e recitazione), mentre quando lo riguardo la seconda volta presto particolare attenzione alla scenografia, al sonoro e alla colonna sonora. In particolare, questa è una mia fissa da sempre, mi piace molto valutare il modo in cui il regista alterni le musiche/rumori al silenzio assoluto (mi riferisco chiaramente a film di un certo livello eh), perché trovo molto affascinante "il silenzio" nel cinema. Senza spoilerare nulla posso dire che in The Irishman, da un certo punto in poi, Scorsese cancella completamente le musiche, lasciando questo silenzio che ha veramente un impatto devastante rispetto a quanto si è visto fino a quel momento, facendo sentire allo spettatore tutta la malinconia e cambiando il tono del film. Ecco... cercare di apprezzare tutto questo avendo due che bisbigliano non è stato molto piacevole. E non sentivo cosa stessero dicendo, ma secondo te mi sarebbe importato qualcosa se fosse una conversazione sul meteo del giorno o su quanto sia bravo Scorsese?

P.S.: raramente ricordo una spazzatura più autocompiaciuta dell'ultima robaccia di Von Trier  :huhu: :ninja2:
You can't take a picture of this, it's already gone.

"Don't put it in your pocket. It's your lucky quarter."
"Where do you want me to put it?"
"Anywhere not in your pocket. Or it'll get mixed in with the others and become just a coin. Which it is."

lucaxt

  • Clark Kent
  • Post: 923
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41065 il: 27 November 2019, 09:14:23 »
Premesso che non sono così insofferente a qualsiasi rumore in sala, a me, invece, è capitato di andare in compagnia con qualcuno che non stava zitto...imbaraaaaaaazzo  -.-' 

firmato_bad

  • Ragnar Lothbrok
  • Post: 12284
  • Sesso: Maschio
  • Mastrorompicojoni , chi mi warna è uno stronzo :D
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41066 il: 27 November 2019, 11:24:01 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:

Vorrei capire come reagiresti se ci fosse un altro Eucalypthus di cui a te non frega nulla dei suoi commenti, e che a due metri di distanza si trasfarmerebbero in un borbottio fastidioso.
A mio figlio ho posto due regole semplicissime, non fare lo stronzo e non rompere i coglioni.
Sono regole basilari nella vita.
Saluti
Ontanìa mentali !!(Mistica Liana)
* firmato_badoglio è un adoratore dei thread inutili e delle tette grandi (cit)


Piorgos

  • Annyong Bluth
  • Post: 602
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41067 il: 27 November 2019, 12:12:30 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:

Pensa che io sono talmente maniaco che se mi perdo una parola di un film, se posso torno indietro per sentirla. Oppure se accendo la Tv e un film è già cominciato, se ho il DVD me lo guardo da lì, altrimenti me lo guardo e appena finisce me lo scarico e mi guardo il pezzo mancante.
Demons run when a Good Man goes to war
Scerchi Pirlou?

sotto_titolo

  • Richard Castle
  • Post: 3161
    • Mostra profilo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41068 il: 27 November 2019, 12:17:06 »
se accendo la Tv e un film è già cominciato, se ho il DVD me lo guardo da lì, altrimenti me lo guardo

Qualche anno fa, ho scoperto che ci sono persone che guardano film iniziati (pure da 20,30 o 40 minuti). Una parte di me è morta quel giorno.   :nu:

Sephiroth

  • The Original Puteo
  • Vanessa Ives
  • Post: 8867
  • Sesso: Maschio
  • I did it for me
    • Mostra profilo
  • (Re)Synch: E' passato troppo tempo
  • Revisioni: E' passato troppo tempo
  • Traduzioni: E' passato troppo tempo
Re: Repubblica Cinematografica di Italiansubs (aka il film che ho appena visto)
« Risposta #41069 il: 27 November 2019, 12:26:16 »
Vabbè, ma che due palle che siete tutti   :XD:
Io devo essere il nemico giurato dei cinefili, al cinema parlo moltissimo. Il più sottovoce possibile ed esclusivamente del film (commento i piani sequenza, le musiche, le scelte di sceneggiatura, fotografia, montaggio, tutto), ma parlo un sacco. E non mi dite "ma non puoi farlo dopo la fine?"... NO, mi scorderei il 90% delle cose   :XD:

Quando andiamo a teatro io e un mio amico cerchiamo di farci dare sempre un palchetto semivuoto in cui ci siamo solo io e lui, perché commentiamo lo spettacolo a ciclo continuo e almeno se qualcuno si incazza possiamo nasconderci rapidamente   :XD:

Che vi devo dire, ovviamente comprendo che possa dare fastidio, ma tanto più un film mi piace tanto più non riesco proprio a non viverlo come un'esperienza cui "partecipare"... e sinceramente (per quanto ribadisco di comprendere che possa dare fastidio) una certa maniacalità nello stigmatizzare stizziti ogni micro-suono come se i mercanti nel tempio stessero insozzando la sacra liturgia cinematografica mi fa venire il prurito. Quando siamo andati a vedere The House That Jack Built siamo stati spocchiosamente zittiti più di una volta... per poi sentire a fine film proprio chi ci aveva zittiti commentare una cosa tipo "Il solito Von Trier, autocompiaciuto e misogino". A momenti - dimentico della noblesse che mi contraddistingue - stavo per aprirgli il secondo buco del culo.


Però devo dire che invece condivido il fastidio per chi disturba in sprezzo al film, per puro disinteresse, giocando col cellulare o parlando dei cazzi suoi... più che altro perché non ne capisco proprio il senso, visto che il biglietto l'ha pagato. Cioè... se non ti piace esci, tanto ormai i soldi non te li ridanno   :XD:

Fanno eccezione i film che costituiscono un'esperienza particolarmente "sensoriale", forse perché li razionalizzo a posteriori.

Ok, ora datemi giusto dieci secondi di vantaggio...   :1:
Se becchi me, di buchi del culo te ne ritrovi 8 dopo massimo 5 minuti se non ti zittisci  :zizi: :huhu:
Ambarabbaciccicocco'