Autore Topic: [COMMENTI] Alias 5x12 - There's only one Sydney Bristow  (Letto 2460 volte)

Bellatrix♋

  • Rick Grimes
  • Post: 2486
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
[COMMENTI] Alias 5x12 - There's only one Sydney Bristow
« il: 15 September 2014, 18:02:53 »
C'è una sola Sydney Bristow - There's only one Sydney Bristow

Yes, I've been tortured, and I've been kidnapped several times, actually, and most likely, none of that would have happened if I hadn't helped a clumsy girl pick up her books freshman year in bio class. But it's not your fault. You can't blame yourself for the evils of the world. Look, since I've known you, I've seen a lot of horrible things. There are people out there that are capable of more cruelty and more hatred that I even thought possible. But I still sleep well at night. You know why? Because I know that you're out there fighting against them. Sydney, you save the world every day, and you never ask for anything in return. I think I speak for everybody who loves you... when I say thank you for watching over us.


CENTESIMO EPISODIO!! Centesimo episodio! Anche Alias ad un passo dal gran finale arriva a festeggiare questo importantissimo traguardo.
Allora con questo episodio ho un rapporto controverso, perché se da un lato ne apprezzo una marea di lati positivi, dall'altro lato ho avuto un po' di delusione perché da un centesimo episodio mi aspettavo decisamente di più. La questione più controversa per me è decisamente Will: mi è sempre piaciuto molto, e infatti sono stata molto contenta del suo ritorno, ma il rovescio della medaglia è che non era questo l'episodio in cui tirarlo fuori dal cilindro. Un centesimo episodio poteva essere dedicato al ritorno di personaggi che avevano davvero dato una svolta alla trama, a Vaughn, a Irina, magari anche a Nadia. Un centesimo episodio può essere corale, o può essere il momento per eventi di svolta per la protagonista (ad esempio se il centesimo episodio fosse stato Maternal Instinct avrei approvato pienamente) ma non trovo giusto che sia in gran parte dedicato ad un personaggio che, per quanto piacevole, non è mai stato nella cerchia ristretta dei protagonisti assoluti, e comunque le sue storie sono sempre state abbastanza scollegate sia dalla trama spy sia da quella rambaldiana.
Insomma il ritorno di Will riesce ad essere al tempo stesso la cosa migliore e la cosa peggiore dell'episodio. Ma allora perché proprio Will? La spiegazione sta nel fatto che gli autori, per celebrare questo importante traguardo, volevano riportare in scena due "antitesi" della vita di Sydney: il suo migliore amico e la sua peggiore nemica, e così è stato. Oltre a Will ritorna un altro personaggio secondario che però, nonostante le sue scarse apparizioni, è rimasto indimenticato: Anna Espinoza, e con lei l'inquietante Gina Torres.
La scena in cui Peyton la va a liberare dalla prigione è stata stranissima per me, perché in quel momento non avevo davanti Peyton e Anna, avevo davanti Fred e Jasmine di Angel :asd: anche se in questo caso la situazione dei due personaggi è quasi ribaltata.
Oltre a tutto questo, abbiamo altri due fatti molto importanti. Il primo è che finalmente Sloane, e noi con lui, possiamo fare la conoscenza dei famigerati Dodici, tanto mitizzati che quel momento assume un senso di estrema sacralità. Il lato negativo è che questi Dodici sono personaggi del tutto sconosciuti, che non abbiamo mai visto prima e che non abbiamo mai sentito nominare individualmente, ma solo per gruppo. Insomma sono personaggi senza identità, e il fatto che entrino in scena tutti insieme non fa che renderli ancora più freddi agli occhi dello spettatore.
Il secondo fatto riguarda invece il ritorno di quello che è invece il vero protagonista della serie: Rambaldi. La scena in cui Rachel chiede chi sia questo Rambaldi è stata in qualche modo catartica, e al tempo stesso ci ricorda che era da parecchio che non se ne parlava più. Ma il mito del profeta non ritorna con qualcosa di nuovo, ma con qualcosa di vecchio, la famigerata Pagina 47. La misteriosa pagina era entrata in scena nella lontana prima stagione, e in mezzo a tanti misteri è sempre rimasta l'elemento più geniale e che più ha incuriosito i fan in assoluto. Il suo mistero è rimasto nell'aria per quasi cento episodi, senza trovare mai una soluzione, ma ora che ci stiamo avvicinando al finale, questa storyline torna prepotentemente in scena e si prepara a fare fuoco...ne vedremo delle belle :huhu:

Oltre a tutto questo però, ci sono molti altri elementi usati per celebrare questa importante meta, piccoli easter eggs, citazioni e riferimenti al passato per celebrare i passati episodi. Ecco quindi un elenco di queste "curiosità" che rendono l'episodio una vera e propria caccia al tesoro:

* Sydney indossa una parrucca rossa che, per il colore, tanto ricorda quella del pilot; come forma invece ricorda di più quella fucsia di Rendez-vous in cui Syd aveva salvato Will. In effetti a riferimenti alla lontana 1x21 abbondano, come il fatto che in entrambi i casi Will era stato rapito, e quando Syd interviene per salvarlo lo trova legato ad una sedia al centro di una stanza. Allora il povero giornalista era rimasto sconvolto, non aveva saputo reagire e Sydney lo aveva dovuto trascinare via a forza, mentre ora Will è più preparato e più consapevole, ed è anzi lui che aiuta Syd nella lotta contro Anna.
* per restare in tema Will, ci sono riferimenti anche ad un altro episodio Will-centrico, la 3x10 The Remnants. Gli alias di Sydney e Will, il loro atteggiarsi scanzonato, il loro tentativo di corrompere il cameriere/controllore...tutti elementi che accomunano i due episodi.
* tutta la sequenza sul treno è stata scritta sulla falsa riga della scena iniziale della première della stagione 4. In effetti gli eventi si susseguono pressoché identici, a parte il fatto che Sydney ora precipita in acqua (anche se volontariamente).
* sono molti anche i riferimenti alla 3x09 Conscious a cominciare dagli abiti bianchi di Sydney fino alla sequenza di lotta: allora Syd combatteva contro una copia di se stessa che doveva rappresentare il suo peggior nemico; qui lotta effettivamente contro il suo peggior nemico, Anna, e in un certo senso contro se stessa dato che a fine puntata Anna diventa una copia di Sydney.
* sul treno Anna manda un bacio a Sydney stampandoglielo sul vetro di una porta: la stessa cosa l'aveva fatta nella 1x03 Parity della quale poi Syd si era vendicata nella 1x08 Time will Tell sempre con un bacio su un vetro.
* ritornano i duplicati del Progetto Elica, protagonisti della seconda stagione a partire dalla 2x14 Double Agent e spesso intrecciati alla storia di Will. Tra l'altro qui vediamo per la prima volta come funziona la procedura della duplicazione (a quanto pare molto dolorosa :paura:) mentre ai tempi abbiamo sempre visto il risultato fatto e finito senza approfondimenti sulla modalità della preparazione.
* Will era tenuto prigioniero nella stanza 147 mentre sul treno Sydney viene coperta da un liquido rosso per raccoglierle il DNA per la duplicazione. Il liquido è, appunto, rosso che è infatti il colore più importante e ricorrente della serie, uno dei tanti easter eggs geigeiani.

Infine aggiungo una piccola citazione non ad Alias ma ad un altro lavoro di JJ Abrams, tra l'altro in produzione proprio nel periodo in cui veniva girata la quinta stagione di questa serie: sto parlando di Mission: Impossible III di cui Abrams è sceneggiatore e regista. Il film si apre infatti con un teaser in cui una bomba viene impiantata alla base del cranio del protagonista, proprio come qui succede a Will.

In conclusione, non si può non elogiare il discorso di Will a Sydney

Will: "Io parlo a nome di tutti coloro che ti amano.Grazie Sydney perché vegli su di noi”
Syd: “Se tu non mi avessi conosciuto avresti avuto una vita normale”
Will: “ E chi la vuole? Io non ti cambierei con niente. Conosco tanta gente normale con vite normali. Ma c’è una sola Sydney Bristow”.


Sono tre le cose che si possono notare di questo bellissimo dialogo:
1) la prima, la più cinica, è che come al solito in questa serie neanche il momento dolce può essere preso alla leggera, può essere preso come qualcosa di non direttamente connesso con la trama. Anche qui succede la stessa cosa, e infatti il discorso "c'è una sola Sydney Bristow" va in totale contraddizione con la scena successiva, in cui vediamo che di Sydney ora ce ne sono due. :paura:
2) seconda cosa è il fatto che si parla di un tema molto caro a questa serie, la "normalità" intesa come qualcosa di bellissimo e irraggiungibile per chi fa questo tipo di vita. Per la prima volta qualcuno "esorcizza" questo tipo di desiderio, facendo capire alla sempre triste Syd che essere anormale può essere divertente. Al tempo stesso Will esorcizza qualcos'altro, e cioè le accuse che aveva rivolto all'amica in Second Double in cui le aveva detto che conoscerla aveva distrutto la sua vita. Syd riprende le sue stesse parole, ma ora lui le fa capire che resta comunque felice di averla conosciuta.
3) il significato più importante del discorso è ovviamente un messaggio di ringraziamento da parte dei personaggi, della troupe e di tutti i fan verso questo meraviglioso personaggio che è la nostra Sydney, e non c'è episodio migliore del centesimo per farlo. :tenero:

Voto: 8+

Ps. alla fine Sydney chiama la figlia Isabelle, proprio come lei e Vaughn avevano deciso prima della sua "morte" in Prophet Five. Scelta stupenda :love:

ITINERARIO: Lisbona, Mosca, Minsk.
WIGS AND DISGUISES:
(clicca per mostrare/nascondere)
« Ultima modifica: 22 September 2014, 14:11:21 da Bellatrix♋ »
I was initially planning on being a casual fan, but then I thought, why not just let it consume my soul instead?