Autore Topic: [COMMENTI] Alias 5x10 - S.O.S.  (Letto 714 volte)

Bellatrix♋

  • Rick Grimes
  • Post: 2488
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
[COMMENTI] Alias 5x10 - S.O.S.
« il: 18 July 2014, 12:04:25 »
S.O.S

Jack: "An action of this kind could be considered treason. Given that if anyone feels the need to take a leave of absence you may feel free to do so. No questions asked. But now is the time to speak up.."


Episodio molto buono, molto standard per gli schemi di Alias e ricco di suspense, di adrenalina e di tensione. Ciononostante non è uno di quegli episodi che rimangono impressi, scorre veloce senza lasciare troppe tracce di sé, senza avere un impatto emozionale particolarmente forte e con ambientazioni piuttosto monotone (e per me quelle contano parecchio).
Il cuore dell'azione si svolge nientemeno che a Langley, in Virginia, la sede centrale della CIA di cui si è parlato spesso in questa serie, sin dal lontano pilot, ma che non ci era stata ancora fatta vedere. Ovviamente non si tratta di una semplice visita, ma di un incursione segreta vera e propria, proprio perché non si può mai stare tranquilli. Di tutta questa parte ho apprezzato particolarmente quella dedicata a Rachel, che ormai si lancia senza troppi problemi nel pieno dell'azione: la sequenza nella stanza dei computer è stata molto da infarto, ma il top è arrivato quando durante la rocambolesca fuga si è schiantata contro una porta chiusa per colpa di una svista di Marshall. :asd: E a proposito di Marshall, in questa puntata mi ha fatto ridere più del solito, è un vero mito. 
La puntata si conclude con la tragica scoperta che il Quinto Profeta è arrivato molto più in alto di quanto non si potesse temere, coinvolgendo addirittura uno dei sette capi della CIA. :aka: L'uomo in questione è Devenport, riesumato dai primissimi episodi della prima stagione, ma dove è stato tutto questo tempo??? Jack che fa la sua sceneggiata è stato straordinario, e dimostra per l'ennesima volta di essere pronto a tutto pur di salvare la figlia, e devo dire che il Jack incazzato un po' mi era mancato.

Nel frattempo Sydney è sola sulla nave, cercando con ogni mezzo di mettersi in contatto con l'APO. Ottima la scelta della nave in quanto unico posto da cui in alcun modo sarebbe potuta fuggire, e inoltre la sua corsa tra i corridoi sfuggendo a Peyton è stata davvero intensa, concludendosi con uno svenimento della povera Syd. A fine puntata si scopre che in realtà il Quinto Profeta stava cercando di aiutarla, di salvare il bambino, e questo mi rimanda sempre di più alla storia di Claire in Lost, in particolare all'episodio Maternity che era andato in onda poche settimane prima di questo: insomma gli autori hanno concepito due storie praticamente identiche da mandare in onda nello stesso periodo: una coincidenza oppure le due serie si stavano omaggiando una con l'altra?? Tra l'altro questo episodio ha il titolo identico a quello dell'episodio di Lost andato in onda la settimana prima di questo...altra coincidenza? :scettico:

Cambiamo argomento, e parliamo della sigla: in questa puntata abbiamo una sigla con qualche cambiamento, alcune immagini sono diverse, ma soprattutto Elodie Bouchez è stata rimpiazzata da Amy Acker. Contenta per la promozione di Amy, attrice che amo sin dai tempi di Angel e il cui personaggio, Kelly Peyton, credo sia una delle guest star più riuscire della serie, mentre sono rimasta abbastanza basita per Renee: il personaggio rimane, tant'è che viene accreditato come special guest star, ma allora perché toglierla? Magari si sono accorti che piaceva poco al pubblico, ed essendo ormai ad una manciata di episodi dal finale, sapevano di non avere abbastanza tempo per approfondirla e renderla più gradita.

Discorso simile va fatto per Tom, che con questo episodio si ritaglia un po' di spazio infilandosi in qualche ufficio segreto di Langley a fare chissà cosa. Anche in questo caso il mio parere non è del tutto positivo, perché a un passo dal gran finale, tutti questi personaggi nuovi non hanno avuto il tempo di farsi conoscere, di essere approfonditi, di farsi una loro identità all'interno dello show. L'unico che ha avuto modo di essere sviluppato è Rachel (e anche un po' Peyton, che però non ci era mai stata presentata come il "nuovo volto" della stagione, era solo una guest star che è però è riuscita a bucare lo schermo più di alcuni regulars). In sostanza c'era spazio per uno, non per tre, ma probabilmente quando hanno ideato la stagione ancora non potevano sapere sarebbe stata quella finale.

Last but not least, ritorna Weiss :metal: Mi ha fatto molto piacere rivederlo, anche se la sua comparsata è durata pochissimo, avrei voluto vederlo interagire un po' di più con i protagonisti, e magari con un po' di più di intimità, invece che nel bel mezzo della CIA mentre si fingevano qualcun altro. 

Nonostante questi piccoli difettucci (che sono però di carattere più generale e non riferiti al singolo episodio), la puntata è stata intensa e piena di suspense, anche se con meno fascino rispetto agli standard.

Voto: 8 meno

ITINERARIO: Langley (Virginia); Washington D.C. ; nave cargo nel Nord Atlantico.
I was initially planning on being a casual fan, but then I thought, why not just let it consume my soul instead?