Autore Topic: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza  (Letto 16202 volte)

asthr

  • ***JACOB***
  • *****
  • Post: 10476
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #30 il: 4 November 2010, 00:59:27 »
gli metto prima la museruola  :zizi:

panguna

  • Christian Troy
  • *****
  • Post: 3687
  • Sesso: Maschio
  • Slave to the IKEA nesting instinct
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #31 il: 4 November 2010, 01:09:55 »
è già un casino pensare ad organizzarsi in un mondo spopolato tipo Survivors. Figuriamoci anche con gli zombi che ti "danno fastidio" dietro ogni angolo.
Formare un gruppo non tanto ampio di gente valida ( un dottore sarebbe gradito)
Come posto cercherei tipo un monastero isolato, circondato da mura (sarà un nuovo medioevo) e con un' pò di terra e il pozzo. Facilmente difendibile. Da qui partire per trovare provviste,armi, benza e qualche animale domestico.
Cavalli,mucche e galline penso che diventeranno molto importanti. Cercare di coltivare qualcosa nella poca terra a disposizione. Sono d'accordo con chi si preoccupa del risveglio...ma nel monastero ognuno può dormire nella sua celletta...
Niente caccia agli zombi, è uno spreco di tempo e di pallottole. Attenzione ai vivi, non ai morti, ti organizzi per bene poi arriva una banda di saccheggiatori e ciao...

sgurzo

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 323
  • Sesso: Maschio
  • What the Frack?
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #32 il: 4 November 2010, 09:10:16 »
Dico la mia:

Diciamo che l'infezione arrivi abbastanza rapidamente, e che si venga colti di sorpresa dal clou mentre si è al lavoro/scuola.

La prima cosa che verrebbe spontanea sarebbe ricongiungersi con la propria famiglia, non foss'altro per accertarsi della situazione. Quindi le prime ore sarebbero le peggiori perchè si penserebbe esclusivamente a raggiungere i familiari senza (incoscientemente ma inevitabilmente) preoccuparsi delle conseguenze e si sarebbe esposti in maniera totale al contagio

Mettendo la situazione più terribile che tutti i propri cari siano stati colpiti dal virus bisognerebbe cercare innanzitutto di non impazzire e di non cedere a soluzioni drastiche ( :suicidiosenzafronzoli:), e non sarebbe facile.

Dopodichè ci sarebbe da allontanarsi dai centri abitati, e con le strade presumibilmente intasate di mezzi l'unico mezzo attuabile sarebbe uno scooter, facilmente reperibile e facile da guidare. Tanto la velocità non conta, l'importante è sgusciare fra le auto.

Discorso armi: in Italia le armi sono tutte nelle armerie, e non credo che sarebbe facile entrarne in possesso. Dopotutto sono sempre sotto chiave, o addirittura con le porte blindate, e se il proprietario ha chiuso tutto prima di eclissarsi/morire la vedo difficile. Quindi le menate super mitra (che poi da noi non si vendono) o magnum alla fondina diventano delle chimere.
Forse ci sarebbe da cercare in qualche caserma abbandonata, se per caso nel panico generale le porte sono state lasciate aperte, ma chi si azzarderebbe a girare in un posto potenzialmente ripieno di reclute zombizzate?
Credo che il modo migliore per procurarsi un'arma sarebbe cercare nelle fattorie, spesso chi ci vive ha un'arma tipo doppietta per caccia / difesa da animali, quindi con parecchia fortuna si potrebbe trovare un fucile e qualche munizione, da usare con estrema parsimonia.
Più facile usare accette e similari, ma necessitano di un contatto ravvicinato con gli infetti, e ne bastano 3 per innalzare pericolosamente la soglia di pericolo. E poi diciamolo, chi di noi è capace veramente di staccare la testa ad un uomo con un colpo d'accetta al volo?

Quindi, contatto con gli infetti solo come estrema ratio, altrimenti è meglio evitare.

Successivamente si dovrebbe cercare qualche altro superstite, finchè i cibi nei negozi sulla strada sono commestibili, in modo da formare una squadra e procedere con l'esplorazione dei centri commerciali alla ricerca di
a) cibo in scatola e a lunga conservazione
b) vestiti molto resistenti, magari roba da trekking sia per le prevedibili lunghe camminate sia per evitare di essere morsi in caso di sorpresa, qualche spesso giubbotto da motociclista dovrebbe fare al caso nostro.
c) farmaci generici, se non abbiamo la fortuna di trovare un medico. Paracetamolo, ibuprofene, aspirina, insomma antidolorifici ed antipiretici come se piovesse: voglio vedere a seguire il gruppo con 40° di febbre. Bende, cerotti, disinfettanti.

Per ultimo, la ricerca di una base.

Deve essere sicura, facilmente difendibile, facilmente abbandonabile.

Dato per scontato che gli zombi non sappiano nuotare, una barca sarebbe la soluzione migliore per asserragliarsi e vedere se col tempo gli zombi crepano di fame, tipo 28 giorni dopo. Magari non servirebbe navigare, basterebbe metterla qualche metro al largo in porto in modo da distanziarsi dalla banchina, penso che chiunque ci riuscirebbe. Per spostarsi si usa il tender, e stop. Una barca per superstite, così si evitano le sorprese.

Se dopo 2-3 mesi l'infezione è ancora attiva e pericolosa, allora ci sarebbe da cercare una soluzione più duratura.

L'unica è una fattoria con animali e campi coltivabili, ed un pozzo collegato ad una falda.
Cercando in campagna non dovrebbe essere difficile da trovare, sempre con estrema cautela ovviamente e non separandosi mai dai compagni.
Qui sorgerebbe il problema della difendibilità, di solito le fattorie non sono blindate. Bisognerebbe cercarne una del tipo fortificato come le masserie pugliesi, con degli alti muri di cinta. Però è anche vero che così si rischia la fine del topo.. Sono scelte.
Si potrebbe anche rimanere sulle barche la notte scendendo a terra solo di giorno per andare a lavorare nei campi e allevare gli animali, lascia poco spazio allo svago questa vita ma purtroppo non vedo alternative.

Dopo 2-3 mesi ormai tutto quel che conosciamo è andato perso, elettricità carburante acqua potabile, bisognerebbe adattarsi ad uno stile di vita arcaico o quanto meno ottocentesco, senza nessuno degli agi a cui siamo abituati.

Ah, per ultimo, bisognerebbe spostarsi più a sud possibile, la vedo dura sopravvivere d'inverno senza riscaldamento a metano e con la neve che rende impraticabili i campi... Seppur lentamente, via terra raggiungere l'Africa, l'Egitto dovrebbe bastare...

Commentate e proponete migliorie.
« Ultima modifica: 4 November 2010, 09:12:49 da sgurzo »

*pavlov*

  • Walter White
  • *****
  • Post: 1919
  • Sesso: Femmina
  • Boys fuck things up. Girls are fucked up.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #33 il: 4 November 2010, 09:55:31 »
Visto che allo stato attuale carri armati, humvee e armi varie sono impossibili da trovare, io punto su un'altra tattica: gli zombie di base sono molto poco agili, quindi se si raggiunge un posto con ostacoli naturali e non si dovrebbe essere ragionevolmente sicuri. Per esmpio, io avevo pensato a un convento/monastero in cima a un qualche monte, perchè:
1-i conventi/monasteri sono abbastanza blindati
2-che gli zombie si risalgano tutto il monte senza ruzzolare giù la vedo improbabile, e poi comunque noi sopravvissuti faremmo i turni di vedetta per controllare che non ci siano attività anomale.
3-se un monastero è sul cucuzzolo della montagna come minimo hanno scorte di cibo e acqua tali da resister a lungo (se ci fosse anche una sorgente d'acqua sarebbe il top).
4-costruisco un recinto fatto bene per coltivare qualcosa (fra le altre cose voglio l'albero di arance perchè ho paura dello scorbuto!!) e avere le galline per le uova e una capra/pecora/quello che capita per il latte.
5-porto con me una radio per tenermi aggiornata.

Quesiti irrisolti: come ci arrivo? E se ci sono i frati zombie chi me li ammazza?? Per arrivarci io ci arrivo in macchina perchè il carroarmato non me lo dà nessuno, investendo gli zombie che mi si parano davanti. Il monte me lo salgo a piedi invece (o a scelta rubo un gatto delle nevi, ma dubito di avere la botta di culo di trovarne uno), e se si palesa uno zombie gli do una mazzata con la mazza da baseball (che non ho!! La devo trovare) e quando è tramortito gli mozzo la testa stando attenta a non farmi mordere i piedi o che la testa staccata non morda (le teste staccate possono ancora mordere, sappiatelo  :zizi:).
Come far evacuare il monastero?? Questo è più complicato. Diciamo che teoricamente se tu richiami gli zombie, quelli vanno tutti da una parte. Sì ma chi è che si sacrifica? Potrei mettere un campanello attorno al collo di un animale agile e veloce (un capretto?), che tanto non si farebbe mai acchiappare.

Per ora è tutto se mi viene un'idea migliore ve la dico, comunque tempo fa ho letto "manuale per sopravvivere agli zombie", per scrivere questo post non l'ho assolutamente consultato nè mi ricordo che tattica suggerisca, ma se a qualcuno interessa potrei rileggere le parti clou e scrivere sotto spoiler cosa suggerisce l'autore (io proprio non me lo ricordo, mi avevano colpita di più altre cose del libro, il piano di sopravvivenza evidentemente non mi aveva convinta tantissimo).
Seguo/sto recuperando: Sons of Anarchy, Arrested Development, Sherlock, Downtown Abbey, Homeland, Masters of Sex
Attendo la prossima stagione di: Game of Thrones, Mad Men, Louie, Girls, Curb your Enthusiasm, Community, Luther, True Blood, Bron/Broen
Serie finite: Six Feet Under, The Wire, Generation Kill, OZ, Band of Brothers, Queer as Folk UK, Arrested Development, Pushing Daisies, Boris, Twin Peaks, Dead Set, Sex and the City, Secret Diary of a Call Girl, Tell me You Love me, Freaks and Geeks, Undeclared, Greek, Dr Horrible's Sing Along Blog, Lost, Dollhouse, Friday Night Lights, This is England '86-'88, Mildred Pierce, Entourage, Bored to Death, How to Make it in America, The IT Crowd, The Killing, Coma, Dexter, Breaking Bad


SirVanhan

  • Nancy Botwin
  • *****
  • Post: 7099
  • Sesso: Maschio
  • MBTI: INFP
    • Mostra profilo
    • The man who walked alone
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #34 il: 4 November 2010, 10:18:41 »
vediamo..

1- armi tante armi
2- un posto in cui potermi barricare, la stazione dello sceriffo sarebbe stata un ottimo posto
3- ovviamente cercare altri sopravvissuti e non dividermi da loro sarebbe la base come avete detto turni per dormire ricerca del cibo e scorte di vario genere (medicinali e simili)
4- un veicolo supercorazzato per andare in giro il nostro protagonista ignora beatamente humvee e simili andando in giro con l'auto dello sceriffo io non l'avrei mai fatto.
5- ricerca delle informazioni, dove è + diffusa "l'infezione"? è circoscritta agli stati uniti o no? insomma cercare qualche notizia ed agire di conseguenza.
5- scopo della vita sarebbe avercela una vita nel senso di non farmi mangiare vivo dagli zombie e magari cercare un posto dove ricominciare.

Esatto. Cercherei di stabilire anche un piccolo governo o almeno una piccola assemblea con dei rappresentati, per decidere su cosa fare. Secondo me c'è un romanzo di Stephen King che spiega perfettamente cosa fare in questi casi:
(clicca per mostrare/nascondere)

Servono anche un esercito e più dottori possibili.
Ho talmente tanta fame che ho mangiato la firma.

cricaglio

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 212
  • Sesso: Femmina
  • Sheldon Cooper è il mio eroe.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #35 il: 4 November 2010, 10:55:08 »
vediamo..

1- armi tante armi
2- un posto in cui potermi barricare, la stazione dello sceriffo sarebbe stata un ottimo posto
3- ovviamente cercare altri sopravvissuti e non dividermi da loro sarebbe la base come avete detto turni per dormire ricerca del cibo e scorte di vario genere (medicinali e simili)
4- un veicolo supercorazzato per andare in giro il nostro protagonista ignora beatamente humvee e simili andando in giro con l'auto dello sceriffo io non l'avrei mai fatto.
5- ricerca delle informazioni, dove è + diffusa "l'infezione"? è circoscritta agli stati uniti o no? insomma cercare qualche notizia ed agire di conseguenza.
5- scopo della vita sarebbe avercela una vita nel senso di non farmi mangiare vivo dagli zombie e magari cercare un posto dove ricominciare.

Esatto. Cercherei di stabilire anche un piccolo governo o almeno una piccola assemblea con dei rappresentati, per decidere su cosa fare. Secondo me c'è un romanzo di Stephen King che spiega perfettamente cosa fare in questi casi:
(clicca per mostrare/nascondere)

Servono anche un esercito e più dottori possibili.

mmh secondo me dopo un po finirebbe tutto a rotoli, come nel signore delle mosche. certo loro erano bambini, ma alla natura umana non si scappa. il gruppo deve essere molto piccolo, più si è più problemi ci sono, soprattutto di leadership. non è facile fare funzionare un gruppo di sopravvissuti in una situazione del genere. dopo un po ci si rivolterebbe tutti gli  uni contro gli altri.
« Ultima modifica: 4 November 2010, 10:56:44 da cricaglio »
Locke: So perché noi due non siamo sempre dello stesso avviso, Jack. Perché tu sei un uomo di scienza.
Jack: Sì. E tu che cosa sei?
Locke: Io? Io sono un uomo di fede. Non crederai che tutto ciò sia accidentale? Che noi, un gruppo di sconosciuti, siamo sopravvissuti, molti poi solo con ferite superficiali. Credi che schiantarsi in questo luogo sia casuale? Non vedi che posto è? Siamo stati trascinati qui per uno scopo, tutti quanti. Jack, ognuno di noi è stato portato qui per una ragione.
Jack: Portato... E chi sarebbe stato, John?
Locke: L'isola. L'isola ci ha portati qui. Non è un luogo normale, te ne sarai accorto sicuramente. L'isola ha scelto anche te, Jack. È il destino.

mimmo85

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 220
  • Sesso: Maschio
  • WINTER IS COMING
    • Mostra profilo
    • fotine
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #36 il: 4 November 2010, 10:59:00 »
Dico la mia:

Diciamo che l'infezione arrivi abbastanza rapidamente, e che si venga colti di sorpresa dal clou mentre si è al lavoro/scuola.

La prima cosa che verrebbe spontanea sarebbe ricongiungersi con la propria famiglia, non foss'altro per accertarsi della situazione. Quindi le prime ore sarebbero le peggiori perchè si penserebbe esclusivamente a raggiungere i familiari senza (incoscientemente ma inevitabilmente) preoccuparsi delle conseguenze e si sarebbe esposti in maniera totale al contagio

Mettendo la situazione più terribile che tutti i propri cari siano stati colpiti dal virus bisognerebbe cercare innanzitutto di non impazzire e di non cedere a soluzioni drastiche ( :suicidiosenzafronzoli:), e non sarebbe facile.

Dopodichè ci sarebbe da allontanarsi dai centri abitati, e con le strade presumibilmente intasate di mezzi l'unico mezzo attuabile sarebbe uno scooter, facilmente reperibile e facile da guidare. Tanto la velocità non conta, l'importante è sgusciare fra le auto.

Discorso armi: in Italia le armi sono tutte nelle armerie, e non credo che sarebbe facile entrarne in possesso. Dopotutto sono sempre sotto chiave, o addirittura con le porte blindate, e se il proprietario ha chiuso tutto prima di eclissarsi/morire la vedo difficile. Quindi le menate super mitra (che poi da noi non si vendono) o magnum alla fondina diventano delle chimere.
Forse ci sarebbe da cercare in qualche caserma abbandonata, se per caso nel panico generale le porte sono state lasciate aperte, ma chi si azzarderebbe a girare in un posto potenzialmente ripieno di reclute zombizzate?
Credo che il modo migliore per procurarsi un'arma sarebbe cercare nelle fattorie, spesso chi ci vive ha un'arma tipo doppietta per caccia / difesa da animali, quindi con parecchia fortuna si potrebbe trovare un fucile e qualche munizione, da usare con estrema parsimonia.
Più facile usare accette e similari, ma necessitano di un contatto ravvicinato con gli infetti, e ne bastano 3 per innalzare pericolosamente la soglia di pericolo. E poi diciamolo, chi di noi è capace veramente di staccare la testa ad un uomo con un colpo d'accetta al volo?

Quindi, contatto con gli infetti solo come estrema ratio, altrimenti è meglio evitare.

Successivamente si dovrebbe cercare qualche altro superstite, finchè i cibi nei negozi sulla strada sono commestibili, in modo da formare una squadra e procedere con l'esplorazione dei centri commerciali alla ricerca di
a) cibo in scatola e a lunga conservazione
b) vestiti molto resistenti, magari roba da trekking sia per le prevedibili lunghe camminate sia per evitare di essere morsi in caso di sorpresa, qualche spesso giubbotto da motociclista dovrebbe fare al caso nostro.
c) farmaci generici, se non abbiamo la fortuna di trovare un medico. Paracetamolo, ibuprofene, aspirina, insomma antidolorifici ed antipiretici come se piovesse: voglio vedere a seguire il gruppo con 40° di febbre. Bende, cerotti, disinfettanti.

Per ultimo, la ricerca di una base.

Deve essere sicura, facilmente difendibile, facilmente abbandonabile.

Dato per scontato che gli zombi non sappiano nuotare, una barca sarebbe la soluzione migliore per asserragliarsi e vedere se col tempo gli zombi crepano di fame, tipo 28 giorni dopo. Magari non servirebbe navigare, basterebbe metterla qualche metro al largo in porto in modo da distanziarsi dalla banchina, penso che chiunque ci riuscirebbe. Per spostarsi si usa il tender, e stop. Una barca per superstite, così si evitano le sorprese.

Se dopo 2-3 mesi l'infezione è ancora attiva e pericolosa, allora ci sarebbe da cercare una soluzione più duratura.

L'unica è una fattoria con animali e campi coltivabili, ed un pozzo collegato ad una falda.
Cercando in campagna non dovrebbe essere difficile da trovare, sempre con estrema cautela ovviamente e non separandosi mai dai compagni.
Qui sorgerebbe il problema della difendibilità, di solito le fattorie non sono blindate. Bisognerebbe cercarne una del tipo fortificato come le masserie pugliesi, con degli alti muri di cinta. Però è anche vero che così si rischia la fine del topo.. Sono scelte.
Si potrebbe anche rimanere sulle barche la notte scendendo a terra solo di giorno per andare a lavorare nei campi e allevare gli animali, lascia poco spazio allo svago questa vita ma purtroppo non vedo alternative.

Dopo 2-3 mesi ormai tutto quel che conosciamo è andato perso, elettricità carburante acqua potabile, bisognerebbe adattarsi ad uno stile di vita arcaico o quanto meno ottocentesco, senza nessuno degli agi a cui siamo abituati.

Ah, per ultimo, bisognerebbe spostarsi più a sud possibile, la vedo dura sopravvivere d'inverno senza riscaldamento a metano e con la neve che rende impraticabili i campi... Seppur lentamente, via terra raggiungere l'Africa, l'Egitto dovrebbe bastare...

Commentate e proponete migliorie.

quotissimo...vengo con te!e poi so tagliare la legna quindi sono a mio agio con le accette... :asd:
raga ma tutte ste mazze da baseball dove le trovate???si dovrebbe andare da decathlon...


NON CHIEDERE MAI E POI MAI DELLA BARRA DI AVANZAMENTO DI RUBICON E NON CRITICARE MAI E POI MAI E POI MAI LOST
GLEE SUCKS

*pavlov*

  • Walter White
  • *****
  • Post: 1919
  • Sesso: Femmina
  • Boys fuck things up. Girls are fucked up.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #37 il: 4 November 2010, 11:02:49 »
raga ma tutte ste mazze da baseball dove le trovate???si dovrebbe andare da decathlon...

Dai si fa per dire, una qualsiasi sbarra di ferro va bene uguale  :asd:
Seguo/sto recuperando: Sons of Anarchy, Arrested Development, Sherlock, Downtown Abbey, Homeland, Masters of Sex
Attendo la prossima stagione di: Game of Thrones, Mad Men, Louie, Girls, Curb your Enthusiasm, Community, Luther, True Blood, Bron/Broen
Serie finite: Six Feet Under, The Wire, Generation Kill, OZ, Band of Brothers, Queer as Folk UK, Arrested Development, Pushing Daisies, Boris, Twin Peaks, Dead Set, Sex and the City, Secret Diary of a Call Girl, Tell me You Love me, Freaks and Geeks, Undeclared, Greek, Dr Horrible's Sing Along Blog, Lost, Dollhouse, Friday Night Lights, This is England '86-'88, Mildred Pierce, Entourage, Bored to Death, How to Make it in America, The IT Crowd, The Killing, Coma, Dexter, Breaking Bad


sgurzo

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 323
  • Sesso: Maschio
  • What the Frack?
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #38 il: 4 November 2010, 11:44:09 »
Esatto. Cercherei di stabilire anche un piccolo governo o almeno una piccola assemblea con dei rappresentati, per decidere su cosa fare. Secondo me c'è un romanzo di Stephen King che spiega perfettamente cosa fare in questi casi:
(clicca per mostrare/nascondere)

Lì era molto più facile, i morti facevano i morti senza tentare di mangiarti. Ci si poteva concentrare esclusivamente sulla ripartenza..
Avendo a che fare con gli zombi è tutto più difficile


raga ma tutte ste mazze da baseball dove le trovate???si dovrebbe andare da decathlon...

Dai si fa per dire, una qualsiasi sbarra di ferro va bene uguale  :asd:

Occhio alla ruggine e al tetano, non andate mai in giro senza guanti da lavoro belli spessi...
« Ultima modifica: 4 November 2010, 11:46:07 da sgurzo »

*pavlov*

  • Walter White
  • *****
  • Post: 1919
  • Sesso: Femmina
  • Boys fuck things up. Girls are fucked up.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #39 il: 4 November 2010, 11:58:31 »
raga ma tutte ste mazze da baseball dove le trovate???si dovrebbe andare da decathlon...
Dai si fa per dire, una qualsiasi sbarra di ferro va bene uguale  :asd:
Occhio alla ruggine e al tetano, non andate mai in giro senza guanti da lavoro belli spessi...

Ma ormai siamo tutti vaccinati contro il tetano, almeno quello non è un problema  :asd:
Seguo/sto recuperando: Sons of Anarchy, Arrested Development, Sherlock, Downtown Abbey, Homeland, Masters of Sex
Attendo la prossima stagione di: Game of Thrones, Mad Men, Louie, Girls, Curb your Enthusiasm, Community, Luther, True Blood, Bron/Broen
Serie finite: Six Feet Under, The Wire, Generation Kill, OZ, Band of Brothers, Queer as Folk UK, Arrested Development, Pushing Daisies, Boris, Twin Peaks, Dead Set, Sex and the City, Secret Diary of a Call Girl, Tell me You Love me, Freaks and Geeks, Undeclared, Greek, Dr Horrible's Sing Along Blog, Lost, Dollhouse, Friday Night Lights, This is England '86-'88, Mildred Pierce, Entourage, Bored to Death, How to Make it in America, The IT Crowd, The Killing, Coma, Dexter, Breaking Bad


sgurzo

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 323
  • Sesso: Maschio
  • What the Frack?
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #40 il: 4 November 2010, 12:34:08 »
Occhio alla ruggine e al tetano, non andate mai in giro senza guanti da lavoro belli spessi...

Ma ormai siamo tutti vaccinati contro il tetano, almeno quello non è un problema  :asd:

Mah, io eviterei a prescindere  :zizi:

wildsea80

  • Kyle
  • ***
  • Post: 158
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #41 il: 4 November 2010, 12:42:05 »
qualcuno ha visto, x curiosità, la puntata in italiano? hanno fatto una censura ridicola, l'episodio dura poco + d 40 minuti :O.O: per giunta tagliando certi dialoghi e non, come si potrebbe pensare, alcune scene  :aka: non andava tolto nulla e non capisco a cosa sia servito questo taglia  cuci  -.-'  :O.O:
Tonight is the night, and it's gonna happen again

SaruLa

  • lady disagio
  • ***JACOB***
  • *****
  • Post: 11856
  • Sesso: Femmina
  • scrivete con le vocali. non fate i crbrls!
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #42 il: 4 November 2010, 13:09:16 »
qualcuno ha visto, x curiosità, la puntata in italiano? hanno fatto una censura ridicola, l'episodio dura poco + d 40 minuti :O.O: per giunta tagliando certi dialoghi e non, come si potrebbe pensare, alcune scene  :aka: non andava tolto nulla e non capisco a cosa sia servito questo taglia  cuci  -.-'  :O.O:

sei nel posto sbagliato e quindi ot! se vai nel topic giusto scoprirai l'arcano
http://www.italiansubs.net/forum/index.php?topic=73749.0 ultime pagine
You can't take a picture of this. It's already gone.
It's all about timing.




compratevi i miei libri! :3 http://www.comprovendolibri.it/?uid=SaruLa

Clombs

  • BUNGA BUNGA GAY
  • Walter White
  • *****
  • Post: 1777
  • Sesso: Maschio
  • Bunga Bunga is coming to getcha!!!
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #43 il: 4 November 2010, 13:26:05 »
come prima cosa bisogna trovarsi un'arma, e dei buoni vestiti per fare delle ricognizioni, e durante queste, bisogna cercare altri sopravvisuti, medicinali, armi e cibo a lunga conservazione.

Dopo aver formato un gruppo di persone, bisogna trovare un posto dove insediarsi, sapendo che gli zombie non scavalcano muri e non hanno la super forza, bsognerrebe puntare su quelle stutture con il perimetro murato. Oltre alle mura servono delle aree per coltivare e allevare, le prime potrebbero anche stare fuori dalle mura, ma sarebbe comunque rischioso per i vari contadini, mentre l'allevamento deve rimanere dentro le mura visto che gli zombie si mangerebbero gli animali.

Dopo aver trovato il posto idoneo a far resistere una comunità bisgonerebbe incominciare a renderlo difendibile e controllabile, quindi costruire delle postazioni su queste mura(anche in legno).
Nel mentre si incomincia a coltivare e a alzare le difese sulla base, bisogna ritornare a far ricognizioni e fare incetta di tutto il possibile, sopratutto di libri su medicina, tecnologia, siccome non si sà per quanto gli zombie rimarrano sulla terra è possibile che i medicinali finiscano quindi con libri di medicina bisognebbere cerca qualche rimedio.

Appena il gruppo diventa troppo grande bisogna fondare un'altra colonia, visto che troppe persone insieme non sono mai un'ottima cosa.

Ora bisogna vedere quanto resistono gli zombie senza cibo, se dopo mesi gli zombie resistono ancora bisognerebbe passare al contrattacco, e cercare di murare tutto il possible in modo di avere sempre un perimetro di sicurezza. Il problema è che più aumentano le aree fortificate più servono guardie, più è difficile difenfere il tutto però finche gli zombie rimangono stupidi e con la nostra forza di problemi non ce dovrebbero essere.
Seguo: Chuck (s4), CSI(s11), CSI Miami(s8), CSI NY(s7), Cougar Town(s2), Dexter(s5), Fringe(s3), Grey's Anatomy(s7), Gossip Girl(s4), House(s7), Private Practice(s4), Smallville(s10), Sons of Anarchy(s3), The Mentalist(s3), The Walking Dead(s1).
Waiting: Breaking Bad(s4), Dark Blue(s3)Royal Pains(s2).
In Pausa: Angel(s1), Brothers And Sisters(s2), Burn Notice(s1), Californication(s1), Scrubs(s6), Third Watch(s1).
Ho Seguito fino alla fine♥: Alias, Ally McBeal, Buffy, Dead Like Me, Flash Forward, Friends, Heroes, JAG, Life, lost, Person Unknown, Prison Break, Streghe, The Black Donnellys, The O.C., The Shield.


♥♥♥Anna Torv♥♥♥Ellen Muth♥♥♥Claire Forlani♥♥♥Jordana Brewster♥♥♥Nicki Aycox♥♥♥KaDee Strickland♥♥♥

::Italian Milf Addicted::

asthr

  • ***JACOB***
  • *****
  • Post: 10476
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: The Walking Dead Real - Piano di Sopravvivenza
« Risposta #44 il: 4 November 2010, 15:34:43 »
quindi, già da ora, procuriamoci:
1) mazza da baseball
2) accetta
3) torce (perchè secondo me il fuoco li spaventa)
4) indirizzo di qualche covo di delinquenti perchè lì possiamo trovare le armi
5) un pò d'acqua santa (nel dubbio..meglio essere pronti a tutto)
6) mappa di tutti i monasteri d'italia (anche dei castelli, va'!)
7) medicinali vari

se vi viene in mente altro aggiungete pure