Autore Topic: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.  (Letto 31412 volte)

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #30 il: 2 July 2011, 13:01:09 »
E la dura realtà di poveri ragazzi che prendono 1'200 euro al mese per stare lì fermi a prendersi sputi, sassi e insulti senza che abbiano fatto nulla non la fanno vedere mai?
Perché la realtà è che ci sono centinaia di manifestazioni dove nonostante le provocazioni dei manifestanti non succede nulla grazie al lavoro delle forze dell'ordine, ma fanno notizia solo quelle manifestazioni in cui succede qualcosa.

BASTA con questo pasolinismo d'accatto. Prendono 1200 euro al mese? Bene, glielo pago io lo stipendio. E voglio essere rispettato. Che questa retorica da quattro soldi sui "poveri ragazzi" non sta in piedi.
Nessuno ti obbliga a mettere la firma e la divisa, e tantissimi lo fanno perchè l'uniforme ti fa importante, ti fa guappo.
Se le manifestazioni non sfociano nella violenza è un merito delle FF.OO. ? Ma ci sei mai andato a una manifestazione? O allo stadio? O a un concerto? O semplicemente in macchina per strade secondarie?

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

m.scofield

  • Guastafeste 2.0, degno compare di Cheddi
  • King Julien
  • *****
  • Post: 21143
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: azza
  • Revisioni: 5
  • Traduzioni: 673, a voler essere precisi, 600 e un po' (cit.)
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #31 il: 2 July 2011, 13:01:16 »
secondo me ci vanno anche troppo leggeri a volte  :zizi:

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #32 il: 2 July 2011, 13:03:36 »

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

riddink#33

  • wannabe talebano neoliberista
  • Sookie Stackhouse
  • *****
  • Post: 2652
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #33 il: 2 July 2011, 13:08:55 »
le generalizzazioni sono sbagliate lo sappiamo...e ognuno valuta la questione dal proprio punto di vista..in base al vissuto, chi ha sempre avuto incontri cordiali ovviamente valuta diversamente rispetto a chi ha avuto problemi..

io non ho mai avuto di questi problemi, nel mio paese abbiamo un buon rapporto con i carabinieri, e anche nella città dove studio non ho mai avuto problemi..... ma ho sentito tante storie, vere, da cose più piccole, a cose più grosse che comunque dimostrano come ci sia un problema....uso troppo disinvolto della violenza....

senza fare generalizzazioni non ammettere che esiste un problema sarebbe non voler guardare...da aldrovandi, a cucchi, alle prof di liceo menati a roma un paio d'anni fa... a tanti altri casi meno famosi....

almeno da parte mia non c'è alcuna volontà nel nascondere il problema. ripeto: anche 100 casi su 1000 sono troppi.
non sopporto però le generalizzazioni. e non sopporto che vengano giustificate (o non condannate) delle azioni assolutamente inaccettabili di alcuni "manifestanti" (dalla val di susa alla manifestazione contro la gelmini).

Eleucalypthus

  • hipster negro di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 11549
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #34 il: 2 July 2011, 13:11:42 »
Un momento, pero'... le manifestazioni sono un contesto diverso. Se un poliziotto ti ferma in pieno giorno mentre vai a spasso, ti chiede i documenti, ti insulta e ti mena e' da leggere come abuso di potere puro e semplice, compiuto da una PERSONA di merda. Se x poliziotti caricano x manifestanti l'episodio diventa, secondo me, qualcosa da analizzare in senso sociopolitico, ed e' qui che la teoria della "mele marce" non regge piu'. Personalmente non credo nemmeno troppo che la questione riguardi un differente schieramento o area di appartenenza (manifestanti/comunisti contro poliziotti/fascisti) quanto una piu' generica visione del mondo. Fatta salva la disoccupazione, chi entra nelle forze dell'ordine, a logica, beh... crede nel'ordine. E una manifestazione crea "disordine", altera lo status quo, inceppa gli ingranaggi.. e' anzi proprio per questo che viene indetta, per tentare di cambiare le cose. Per il poliziotto medio il manifestante non e' un pericoloso rivoluzionario che mira a sovvertire i poteri dello Stato, e' semplicemente uno che non ha voglia di lavorare e rompe i coglioni al prossimo... cosi' come per il manifestate medio il poliziotto non e' visto come un fascista servo dello Stato borghese, ma semplicemente come un frustrato picchiatore. Due pregiudizi che si nutrono e rafforzano a vicenda, ma che non hanno nulla a che vedere con la politica. Casomai la politica (se cosi' si puo' definire un certo tipo di appartenenza di pancia a un colore) da questi pregiudizi si declina. Se sei un poliziotto, credi nell'ordine, nella gerarchia e nella disciplina e' piu' facile identificarti in una certa mitologia, sopratutto quando altri te la gridano in faccia a mo' di insulto tirandoti pietre. Allo stesso modo, se credi nelle grandi adunate di popolo, nelle masse che assediano il potere e lo costringono a farsi ascoltare ne discende naturalmente l'identificarsi nella mitologia opposto, tantopiu' quando con essa vieni spregiativamente etichettato a suon di manganellate.

Piu' di 40 anni fa Pasolini scriveva:

«Avete facce di figli di papà.
Buona razza non mente.
Avete lo stesso occhio cattivo.
Siete paurosi, incerti, disperati
(benissimo) ma sapete anche come essere
prepotenti, ricattatori e sicuri:
prerogative piccolo borghesi, amici.
Quando ieri a Valle Giulia avete fatto a botte coi poliziotti,
io simpatizzavo coi poliziotti!
Perché i poliziotti sono figli di poveri.
Vengono da periferie, contadine o urbane che siano».

All'epoca venne letta alternativamente come disprezzo per le piazze, come disprezzo per la polizia, come qualunquismo... come un sacco di cose, tranne cio' che era.. la constatazione di una tendenza non al confronto, non allo scontro... ma al fratricidio.
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione.

All right, I've been thinking, when life gives you lemons, don't make lemonade! Make life take the lemons back! Get Mad! I don't want your damn lemons! What am I supposed to do with these? Demand to see life's manager! Make life rue the day it thought it could give Cave Johnson lemons! Do you know who I am? I'm the man whose gonna burn your house down - with the lemons! I'm gonna get my engineers to invent a combustible lemon that'll burn your house down!

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #35 il: 2 July 2011, 13:18:14 »
Mi aspettavo quella citazione di Pasolini da un momento all'altro. Quello che volete, ma in quel caso il grande PPP secondo me ha toppato di brutto. E mi dispiace Eleucalypthus, ma quella non era un'ecumenica riflessione come la interpreti tu. Che un uomo smette di essere mio fratello quando usa la violenza come espressione.

Qualunque sia la sua parte.

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

talpa10

  • Il Tarpaino di Manu
  • King Julien
  • *****
  • Post: 18436
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #36 il: 2 July 2011, 13:33:59 »
le generalizzazioni sono sbagliate lo sappiamo...e ognuno valuta la questione dal proprio punto di vista..in base al vissuto, chi ha sempre avuto incontri cordiali ovviamente valuta diversamente rispetto a chi ha avuto problemi..

io non ho mai avuto di questi problemi, nel mio paese abbiamo un buon rapporto con i carabinieri, e anche nella città dove studio non ho mai avuto problemi..... ma ho sentito tante storie, vere, da cose più piccole, a cose più grosse che comunque dimostrano come ci sia un problema....uso troppo disinvolto della violenza....

senza fare generalizzazioni non ammettere che esiste un problema sarebbe non voler guardare...da aldrovandi, a cucchi, alle prof di liceo menati a roma un paio d'anni fa... a tanti altri casi meno famosi....

almeno da parte mia non c'è alcuna volontà nel nascondere il problema. ripeto: anche 100 casi su 1000 sono troppi.
non sopporto però le generalizzazioni. e non sopporto che vengano giustificate (o non condannate) delle azioni assolutamente inaccettabili di alcuni "manifestanti" (dalla val di susa alla manifestazione contro la gelmini).


non mi pronuncio sul merito di quelle manifestazioni, non c'ero non so come veramente sono andate le cose...e siamo d'accordo le generalizzazioni sono sbagliate, l'ho detto anche nel mio post...

la questione è..1200 euro al mese per ricevere insulti...c'è gente che prende meno, fa lavori più umili e degradanti, ricevendo insulti dal proprio datore di lavoro magari, o da qualche cliente, ma non per questo è giustificato se si mette a spaccare crani...

Come è sbagliato generalizzare è sbagliato nascondersi dietro le circostanze attenuanti, provocazioni etc etc.....
PS..GUARDATE ARRESTED DEVELOPMENT..C'MOOOOON

Abelardo

  • la comare Quartetto Infernale [Knot-Tattoo-BDSM]
  • *
  • Post: 15143
  • _\\// SSDD!
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #37 il: 2 July 2011, 13:42:22 »
quoto talpa  :zizi:

comunque, chi "schifa e odia" la polizia non ha bisogno di appigli o altro per esprimere il suo rancore verso la polizia o altri rappresentanti delle forze dell'ordine. Per loro anche un aiutare la vecchietta ad attraversare viene visto come un qualcosa di cospirazione e complotto.
Mazzucco je fa un baffo
Magari potrò aver tagliato questo giudizio con l'accetta, è vero.
Ci sono i buoni ed i cattivi ovunque, nella polizia come tra la gente comune. E allora com'è che è sempre colpa della polizia e mai della gente comune?
Questi si fanno insultare per pochi soldi al mese; c'è chi lo prende come mestiere, seriamente, c'è chi fa come dice natty, perchè la divisa fa guappo (e qui si sbaglia, sonoi pochi), c'è chi la usa come vocazione.
La maggior parte delle persone che fa questo mestiere, lo fa per portare i soldi a casa, perchè alla fine è un mestiere come un'altro, sia pure più esposto.
Credo di stare andando a ruota libera, può darsi. Però mi dispiace vedere tanto accanimento nei confronti di queste persone che sono sempre li, a difenderci.
My little opinion, ovviamente.

e per la cronaca, io sono una di quelle che difende quel poveretto di poliziotto che ha ucciso Giuliani a Genova: fate anche partire gli insulti. Continuerò a difenderlo :zizi:
:wq
:g/^M/s// /[g][c]
:g/.*.lck/s//mv & \/dev/null/&/
ChrisZac da qualche parte nel forum : Abelardo finirà all'inferno, per questo.

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
"Ci sono cose della vita che si risolvono solo con un vaffanculo" cit. Luciana Littizetto

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #38 il: 2 July 2011, 13:51:18 »
Io non credo nel giustificazionismo.

Un paese dove un agente di polizia si sente legittimato a sparare da un capo all'altro dell'autostrada (sopra la carreggiata!) ammazzando uno in macchina non è un posto normale.

Un paese dove uno viene fermato con pochi grammi d'erba e poi muore in carcere due giorni dopo non è un posto normale.

Un paese dove un ragazzo viene pestato a morte da quattro agenti solo perchè "camminava strano" non è un posto normale.

Un paese dove si può sparare sui manifestanti e trovare il plauso di qualche utile idiota non è un posto normale.

Un paese dove si caricano anziani e bambini per imporre le discariche della camorra non è un posto normale.

Un paese dove si caricano anziani e bambini per imporre la TAV non è un posto normale.

Io vorrei vivere in un posto normale. E invece devo avere paura. Perché?

In Italia da sempre si marginalizza chi non è allineato con il "senso comune". Se sei un manifestante, un ultrà, un immigrato, un consumatore di stupefacenti, o appartieni a qualche altra fascia "di margine" della società, sei bollato come sovversivo, pericoloso, da abbattere. E ci sarà sempre il popolo bue ad applaudire, perchè "nisciun' chiù c' scippa o' bursellin'" (ubercit).

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

Abelardo

  • la comare Quartetto Infernale [Knot-Tattoo-BDSM]
  • *
  • Post: 15143
  • _\\// SSDD!
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #39 il: 2 July 2011, 13:54:17 »
Giusto, allora diciamo che carabinieri e polizia sono _tutti_ delinquenti. Perchè giustamente in carcere ci sono _tutte_ persone oneste :interello:
:wq
:g/^M/s// /[g][c]
:g/.*.lck/s//mv & \/dev/null/&/
ChrisZac da qualche parte nel forum : Abelardo finirà all'inferno, per questo.

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
"Ci sono cose della vita che si risolvono solo con un vaffanculo" cit. Luciana Littizetto

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #40 il: 2 July 2011, 13:56:26 »
Giusto, allora diciamo che carabinieri e polizia sono _tutti_ delinquenti. Perchè giustamente in carcere ci sono _tutte_ persone oneste :interello:

E questa da dove l'hai tirata fuori?

Il problema semmai è che elementi del genere (che sono TUTT'ALTRO che isolati) gettano discredito su quelli (che saranno anche la maggioranza) che svolgono il proprio lavoro correttamente e senza pregiudizi.

Ma finchè gli abusi saranno tollerati e giustificati (e magari pure premiati in conclave) nessun distinguo può essere fatto. Perchè non dissociarsi da certi gesti è uguale ad approvarli.

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

Abelardo

  • la comare Quartetto Infernale [Knot-Tattoo-BDSM]
  • *
  • Post: 15143
  • _\\// SSDD!
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #41 il: 2 July 2011, 14:10:36 »
Il problema semmai è che elementi del genere (che sono TUTT'ALTRO che isolati) gettano discredito su quelli (che saranno anche la maggioranza) che svolgono il proprio lavoro correttamente e senza pregiudizi.

Ma finchè gli abusi saranno tollerati e giustificati (e magari pure premiati in conclave) nessun distinguo può essere fatto. Perchè non dissociarsi da certi gesti è uguale ad approvarli.

Hai ragione, NattyDoctor.
Hai ragione su tutto.
Hai ragione che mele marce gettano discredito sulle persone serie.
Hai ragione che gli abusi non devono essere tollerati, ecc...

Insomma, ti do ragione.

Questo discorso, però,  non può andar bene per i poliziotti e non andar bene per gli "studenti", per i "pacifisti", per i "tifosi", per coloro che, protetti dal branco in una qualche manifestazione (a prescindere dal colore), si sentono autorizzati a sfondare vetrine, bruciare macchine o tirare sanpietrini dal Pincio addosso ai passanti.
Anche qui, anche per questi casi vale il tuo post.
Anche per questi casi gli abusi non devono essere tollerati e soprattutto
Citazione da: NattyDoctor
non dissociarsi da certi gesti è uguale ad approvarli.

Però, e qui concludo, vedo sempre più spesso una tacita approvazione verso gesti di violenza compiuti da manifestanti vari mentre si tende a criminalizzare qualsiasi fatto succeda nel caso opposto.

Ci vuole coerenza, sempre e comunque.

Gesti criminali vanno condannati, senza se, senza ma, e senza star a vedere chi li ha compiuti.  :zizi:
My opinion, of course :interello:
:wq
:g/^M/s// /[g][c]
:g/.*.lck/s//mv & \/dev/null/&/
ChrisZac da qualche parte nel forum : Abelardo finirà all'inferno, per questo.

"There's a FF for that" is the new "There's an app for that" Teen Wolf addicted
"Ci sono cose della vita che si risolvono solo con un vaffanculo" cit. Luciana Littizetto

Eleucalypthus

  • hipster negro di merda, colpevolizzatore impunito di genitori innocenti
  • *
  • Post: 11549
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: Mio figlio si chiamera' VSS
  • Revisioni: Una trentina
  • Traduzioni: Cinquecentocinquantacinque
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #42 il: 2 July 2011, 14:12:54 »
Mi aspettavo quella citazione di Pasolini da un momento all'altro. Quello che volete, ma in quel caso il grande PPP secondo me ha toppato di brutto. E mi dispiace Eleucalypthus, ma quella non era un'ecumenica riflessione come la interpreti tu. Che un uomo smette di essere mio fratello quando usa la violenza come espressione.

Qualunque sia la sua parte.

Non la interpreto affatto come ecumenica, ma come un acuto e sistematicamente (ancora oggi) incompreso tentativo di sottolineare che da determinate radicalizzazioni dello scontro, dalla mitologia bipartisan dell'eterna, quasi metafisica e fatale contrapposizione tra ordine e disordine, come se sotto ogni eskimo o ogni divisa agissero in segreto antiche divinita' sumere, lo status quo (o come si diceva un tempo il Potere) ci guadagna sempre.

Ci sono, in ogni episodio di espressione violenta, singoli elementi e singole responsabilita'. Pero' in generale, in questo gioco adolescenziale del noi contro loro, in questa deroga all'identita' in favore dei miti fondatori del gruppo, tanto stupido il poliziotto che gode nel caricare "le zecche" quanto stupido il manifestante per il quale non c'e' manifestazione senza la sassaiola contro i "fasci". Dopodiche', ovviamente, come dopo ogni marachella, e' stato sempre l'altro a cominciare.

Citazione
Ma finchè gli abusi saranno tollerati e giustificati (e magari pure premiati in conclave) nessun distinguo può essere fatto. Perchè non dissociarsi da certi gesti è uguale ad approvarli.

Su questo ti quoto... non capisco perche' chi attira merda su una categoria intera non venga condannato in primis da chi fa il proprio onestamente.. e vale tanto per la polizia quanto per i manifestanti. Riesco a spiegarmelo, come ho appena detto, solo con l'adesione a una logica di appartenenza degna di un sedicenne.

Citazione
e per la cronaca, io sono una di quelle che difende quel poveretto di poliziotto che ha ucciso Giuliani a Genova: fate anche partire gli insulti. Continuerò a difenderlo

Che la reazione di Placanica sia stata o meno sproporzionata lo si decide in un solo modo: con un processo. Quello che mi fa schifo non e' tanto l'episodio in se', quanto che invece di lasciare serenamente il giudizio a un tribunale i piu' alti vertici delle forze dell'ordine si siano scomodati a inventare teorie inverosimili (tipo la pallottola deviata dal sasso).
Prima dell'inizio, dopo la grande guerra del Cielo contro l'Inferno, Dio creo' la Terra e ne concesse la sovranita' a quella scaltra scimmia che chiamo' Uomo. E per ogni generazione nacque una creatura della luce e una creatura della notte. Ed eserciti sterminati lottavano e perivano in nome dell'antica guerra tra il Bene e il Male. Un'epoca incantata, l'epoca dei grandi... un'epoca di eccezionale crudelta'. Un'epoca eterna. Fino al giorno in cui un falso sole esplose sulla Trinita' e il prodigio abbandono' l'Uomo lasciandolo in balia della ragione.

All right, I've been thinking, when life gives you lemons, don't make lemonade! Make life take the lemons back! Get Mad! I don't want your damn lemons! What am I supposed to do with these? Demand to see life's manager! Make life rue the day it thought it could give Cave Johnson lemons! Do you know who I am? I'm the man whose gonna burn your house down - with the lemons! I'm gonna get my engineers to invent a combustible lemon that'll burn your house down!

NattyDoctor

  • Più spigoloso di un comodino
  • Gregory House
  • *****
  • Post: 7650
  • PS : scusate l'acredine.
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #43 il: 2 July 2011, 14:17:21 »
Beh, chi usa la violenza per affermare le proprie idee ne distrugge il valore. Mi pare evidente.

Sullo "spirito di corpo" : l'insabbiamento è la prassi in questi casi. Ma il caso Placanica aveva creato troppo scandalo ed era troppo insostenibile dire la verità, cioè che era un omicidio a sangue freddo. Ecco perchè il processo-farsa.

Vedi Spaccarotella.

Vedi Aldrovandi. (link : http://federicoaldrovandi.blog.kataweb.it/federico_aldrovandi/2011/06/13/siamo-vicini-ai-nostri-colleghi/ AGGHIACCIANTE).

E io dovrei fidarmi di questa gente, marcia dall'agente di pattuglia fino agli alti vertici? Mi sa che le mele marce in realtà siano gli onesti, perchè in netta minoranza.

“I have lived a long life and I have seen a few things… I walked away from the last great Time War, I marked the passing of the Time Lords, I saw the birth of the universe and I watched as time ran out, moment by moment until nothing remained, no time, no space, just me. I walked in universes where the laws of physics were devised by the mind of a mad man. I watched universes freeze and creations burn, I have seen things you wouldn’t believe, I have lost things you will never understand - and I know things, secrets that must never be told, knowledge that must never be spoken… knowledge that will make parasite gods blaze! So come on then! Take it!”

oldboy87

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 297
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Un'altra simpatica storia di abuso di potere.
« Risposta #44 il: 2 July 2011, 14:18:28 »
cose del genere purtroppo continueranno sempre a succedere finchè c'è gente che li difende. i cani con addosso una divisa rimangono comunque cani.

nei casi delle manifestazioni un conto è fermare un soggetto che rompe una vetrina, un altro è infierire una volta fermato, questo è un abuso e in un paese normale si deve andare in galera.
Ridi. e il mondo riderà con te. Piangi, e piangerai da solo