Sondaggio

Favorevoli o contrari all'istituzione della pena di morte in Italia?

Assolutamente favorevole.
Si', ma....
No, ma...
Assolutamente contrario.

Autore Topic: Approvata la moratoria sulla pena di morte all'ONU  (Letto 27338 volte)

Wizard

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 432
  • Sesso: Maschio
  • Letteralmente attrasimato da Lost.
    • Mostra profilo
    • il Timido
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #15 il: 31 October 2007, 17:42:48 »
Io sono convinto che chi ha commesso atti crudeli come gli omicidi debba essere punito con la pena più cattiva che esista, quella più crudele che lo faccia soffrire di più.

Io voto per il carcere a vita.

Ma il carcere a vita serio, passato sempre da solo, senza vari permessi o bonus per la buona condotta. Già altri l'hanno affermato e mi pare giusto ribadirlo. Un'intera vita di umiliazioni e alienazioni all'iterno di un carcere è di gran lunga peggio che una veloce e "indolore" morte.
Everybody Dies


Uruz VII

  • Dexter Morgan
  • *****
  • Post: 597
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Portfolio
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #16 il: 31 October 2007, 17:46:52 »
Sono una che non crede in Dio, quindi dato che per me non c'è giudizio divino, ci deve pur essere il giudizio terreno.
Poi, se ti devo dire anche in che modo deve essere dato questo giudizio, lì mi servirà un brainstorming con tanto di caramelline a centrotavola.


Non serve credere in dio per credere in alcuni valori, non divini, ma semplicemente umani.
Keelah se'lai!

Senza armatura, senza paura, senza calzari, senza denari, senza la brocca, senza la gnocca, senza la mappa, senza la pappa, senza cavallo nè caciocavallo
longo è lo cammino ma grande è la meta...


Le mie foto

Levigna

  • La Perentoria
  • Nancy Botwin
  • *****
  • Post: 5522
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: 118
  • Revisioni: 92
  • Traduzioni: 317
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #17 il: 31 October 2007, 18:17:28 »
Il carcere a vita è forse più umano? Alle condizioni date da Wizard, naturalmente. Io non credo. Quindi a pari disumanità, è una questione di gusti.
Grazie per avermi fatto entrare

worldtreader

  • Apostolo di chiarachi
  • Jack Bauer
  • *****
  • Post: 5391
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #18 il: 31 October 2007, 18:33:00 »
Il carcere a vita è forse più umano? Alle condizioni date da Wizard, naturalmente. Io non credo. Quindi a pari disumanità, è una questione di gusti.
Non puoi mettere sullo stesso livello ergastolo e morte, non sono la stessa cosa...
e a me pare che il carcere sia umano, è la risposta umana a un problema serio.
La morte è solo la risposta animale, e questo lasciamolo fare alle bestie.
-Across the Universe-

Levigna

  • La Perentoria
  • Nancy Botwin
  • *****
  • Post: 5522
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: 118
  • Revisioni: 92
  • Traduzioni: 317
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #19 il: 31 October 2007, 18:41:35 »
Se permetti, a mio avviso la privazione della libertà è molto più disumana della morte.
Però, che vi devo dire, conosco il pensiero imperante, volevo solo esporre la mia opinione :ciao:
Grazie per avermi fatto entrare

Wizard

  • Earl Hickey
  • ****
  • Post: 432
  • Sesso: Maschio
  • Letteralmente attrasimato da Lost.
    • Mostra profilo
    • il Timido
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #20 il: 31 October 2007, 18:49:12 »
Il carcere a vita è forse più umano? Alle condizioni date da Wizard, naturalmente. Io non credo. Quindi a pari disumanità, è una questione di gusti.
A me non sembra di aver detto che ho scelto il carcere a vita perchè più umano ma proprio perchè è il contrario!

Pensavo di essere stato chiaro: il carcere a vita per me è peggio e più "disumano" della pena di morte, è per questo che lo scelgo ad occhi chiusi.

Ma sicuramente mi sono spiegato io male.
Everybody Dies


worldtreader

  • Apostolo di chiarachi
  • Jack Bauer
  • *****
  • Post: 5391
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #21 il: 31 October 2007, 18:51:38 »
Io credo in un Dio solo mio, lontano dal Cattolicesimo o altre forme religiose...
quindi in questo senso non mi appoggio a teorie salvifiche o a dogmi ecclesiastici...
penso solo che la mancanza di libertà sia un male orrendo, ma la morte è la mancanza di tutto.

E noi possiamo togliere la libertà a un uomo che altrimenti la userebbe per uccidere, ma non possiamo togliergli una vita che, vissuta nel bene o nel male, appartiene solo a lui.
-Across the Universe-

Levigna

  • La Perentoria
  • Nancy Botwin
  • *****
  • Post: 5522
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: 118
  • Revisioni: 92
  • Traduzioni: 317
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #22 il: 31 October 2007, 18:55:36 »
Ma sicuramente mi sono spiegato io male.
Infatti avevo capito male :sooRy:
Grazie per avermi fatto entrare

ddd

  • Sookie Stackhouse
  • *****
  • Post: 2714
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #23 il: 31 October 2007, 19:38:59 »
Bhe ma credo si possano paragonare stati diversi in momenti storici uguali.
Basta confrontare un qualsiasi paese europeo e gli stati uniti o anche, a maggior ragione, stati uniti e canada.

ma e' un confronto senza senso
come puoi confrontare la mentalita' di paesi diametralmente opposti?


Citazione
Dubito che si possano commutare ergastoli in indulto.

se intendi legalmente l'indulto no
ma puo' essere grazia o amnistia
lasciamo perdere le chiaviche formali
il concetto e' che un condannato a stare in galera PER LA VITA non ci sta
e imo, non esiste

ddd

  • Sookie Stackhouse
  • *****
  • Post: 2714
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #24 il: 31 October 2007, 19:49:50 »
inoltre credo che la pena di morte sarebbe sicuramten un deterrente maggiore in paesi dove non si e' mai applicata

In uno stato civile non si può governare con la paura.

l'italia non e' uno stato civile siamo moooolto arretrati eh
cmq concettualmente sono d'accordoc on te ma IN PRATICA contro un certo tipo di crimine la paura funzioan meglio, del resto ti pare che si possa ragionare con criminali incalliti?

ddd

  • Sookie Stackhouse
  • *****
  • Post: 2714
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #25 il: 31 October 2007, 19:51:48 »
Non lapidatemi di insulti, ma con me il buonismo del dire: è disumano blablabla poco attacca.

Molti di quelli che vivono meritano la morte e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo?

Come distingui Levigna? Chi sei per punire se ti macchi dello stesso crimine?

e' un discorso un po'infantile
chiunque sia in grado di applicare una sentenza che per certi versi e' peggio della morte, quale l'ergastolo sara' in grado di fare los tesso con la morte
condannare uno a stare TUTTALA VITA in una cella mica e' uan responsabilita' da poco eh...

ddd

  • Sookie Stackhouse
  • *****
  • Post: 2714
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #26 il: 31 October 2007, 19:53:18 »
Se permetti, a mio avviso la privazione della libertà è molto più disumana della morte.
Però, che vi devo dire, conosco il pensiero imperante, volevo solo esporre la mia opinione :ciao:

ma infatti e' cosi' eh
oltre alla liberta' tolta il carcere ti OBBLIGA a vivere in un certo modo, con persone che non scegli a fare cose che non vuoi fare, in molte situazioni umilianti, per tutta la vita, mica e' uan cosa da niente..

Ai

  • Video Girl
  • Hiro Nakamura
  • *****
  • Post: 2373
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #27 il: 31 October 2007, 21:18:58 »
a 'sto punto si potrebbe far decidere al carcerato quale pena gli sembra più umana. tanto...  :claire:
nessuno ha un metro di giudizio uguale. io penso preferirei stare in cella, magari un altro preferisce crepare... booh! io trovo brutte tutte e 2 ma la sentenza di morte non la dichiarerei per nessuno. l'ergastolo magari sì, per criminali recidivi,etc... ci sono troppe falle nella giustizia per pensare che ci sarebbero sempre processi equi e giusti senza avere mai il minimo dubbio.


Uruz VII

  • Dexter Morgan
  • *****
  • Post: 597
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Portfolio
  •            myITASA Affinita
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #28 il: 31 October 2007, 21:29:59 »
l'italia non e' uno stato civile siamo moooolto arretrati eh
cmq concettualmente sono d'accordoc on te ma IN PRATICA contro un certo tipo di crimine la paura funzioan meglio, del resto ti pare che si possa ragionare con criminali incalliti?

Creare uno stato di giustizia basato sul terrore della morte non risolverebbe nulla. Perchè non è il sistema adatto, testimoni in questo caso gli stati uniti dove la pena di morte è una realtà ma il crimine continua ad imperversare. Il crimine, spesso (non sempre e non in tutti i casi) è una conseguenza di un disagio sociale o culturale. Per evitare il crimine, uno stato civile (ed anche se non lo siamo, il nostro dovere verso l'Italia, verso noi stessi, è quello di puntare a a diventarlo) non dovrebbe inasprire le pene ma tentare di capire la radice del crimine per prevenire la sua evoluzione.

Non lapidatemi di insulti, ma con me il buonismo del dire: è disumano blablabla poco attacca.

Molti di quelli che vivono meritano la morte e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo?

Come distingui Levigna? Chi sei per punire se ti macchi dello stesso crimine?

e' un discorso un po'infantile
chiunque sia in grado di applicare una sentenza che per certi versi e' peggio della morte, quale l'ergastolo sara' in grado di fare los tesso con la morte
condannare uno a stare TUTTALA VITA in una cella mica e' uan responsabilita' da poco eh...

Credo che la risposta sia più infantile dell'affermazione.
Condannare una persona a morte è sbrigativa codardia. Con la morte tutto è finito, il problema è accantonato senza che nessuno ne esca vincitore. E' la morte di una società che ha punito un criminale con la stessa modalità che ha portato il criminale ad essere punito: una contraddizione inumana.
Un processo può essere sbagliato, dopo anni con tecnologie migliorate alcuni delitti possono essere risolti;alcune persone vengono gettati come agnelli sacrificali davanti all'opinione pubblica, che manovrata, li vuole morti.
Tu, Levigna e gli altri del "si ma" vi sentireste in grado di gestire una condanna a morte? Se uccideste un innocente sareste disposti a pagare davanti alla Giustizia la stessa moneta che avete riservato al "criminale"?
La morte è una cosa troppo grande da gestire per un essere umano.



« Ultima modifica: 31 October 2007, 21:41:29 da Uruz VII »
Keelah se'lai!

Senza armatura, senza paura, senza calzari, senza denari, senza la brocca, senza la gnocca, senza la mappa, senza la pappa, senza cavallo nè caciocavallo
longo è lo cammino ma grande è la meta...


Le mie foto

Levigna

  • La Perentoria
  • Nancy Botwin
  • *****
  • Post: 5522
  • Sesso: Femmina
    • Mostra profilo
  •            myITASA Affinita
  • (Re)Synch: 118
  • Revisioni: 92
  • Traduzioni: 317
Re: Pena di morte, pro o contro?
« Risposta #29 il: 31 October 2007, 21:54:39 »
Credo che la risposta sia infantile più che l'affermazione.
Condannare una persona a morte è sbrigativa codardia. Con la morte tutto è finito, il problema è accantonato senza che nessuno ne esca vincitore. E' la morte di una società che ha punito un criminale con la stessa modalità che ha portato il criminale ad essere punito: una contraddizione inumana.

Non capisco che intendi dire con la condanna a morte è codardia sbrigativa. Io non credo nella redenzione. Se lo tengo a vita in carcere comunque non andrà al creatore pentito. Non un serial killer o un pedofilo recidivo. Potrà frignare, alla fine dei giorni, per paura delle fiamme dell'inferno, ma non si pentirà mai. Quindi che problema avrei accantonato? Il problema, semmai, è la prevenzione.

Tu, Levigna e gli altri del "si ma" vi sentireste in grado di gestire una condanna a morte? Se uccideste un innocente sareste disposti a pagare davanti allo Giustizia la stessa moneta che avete riservato al "criminale"?
La morte è una cosa troppo grande da gestire per un essere umano.
La morte è una cosa troppo grande da gestire per un essere umano perchè l'uomo ha i sensi di colpa. Ma, in realtà, se ci pensi, cosa ci perderebbe il mondo se morisse un serial killer, per esempio? Hai ragione, decidere chi merita di morire e chi no potrebbe essere una cosa difficile, e magari io per prima non sarei in grado di farlo. Però non mi fa nè caldo nè freddo sentire che hanno giustiziato qualcuno (dopo legale processo, si intende) perchè penso che il mondo può fare benissimo a meno di quella persona.
Mentre mi dispiace, pur non essendone toccata in prima persona, quando sento notizie di gente ammazzata per nessun motivo, gente che poteva fare tante cose e che aveva il diritto di vivere. Chi si sente in dovere di togliere questo diritto agli altri, secondo il proprio arbitrario giudizio, non può che aspettarsi lo stesso trattamento.
Grazie per avermi fatto entrare